Ighalo, no al Barcellona a gennaio: "Meritavo di meglio, decisione facile"

Calcio

L'ex attaccante di Udinese e Watford, oggi allo Shanghai Shenhua, ha svelato di aver rifiutato un'offerta del Barça a gennaio: "Volevano che andassi lì in prestito per 6 mesi, da attaccante di riserva. Meritavo di meglio, quindi ho detto no. È stata una decisione semplice, è stato un bene per la mia carriera"

MAKELELE MINACCIÒ DINHO: "TI MANDO ALL'OSPEDALE"

Dire di no alle avances di un club come il Barcellona non può essere cosa da tutti i giorni, a maggior ragione se giochi nella SuperLeague cinese dal 2017. E, invece, a Odion Ighalo è successo davvero: l’ex attaccante di Udinese e Watford, che a gennaio scorso aveva chiuso da vice-capocannoniere il campionato con 21 gol, ha svelato alla BBC di aver rifiutato un’offerta dei blaugrana: "Il mio agente mi ha parlato dell'interesse del Barça per un prestito - ha spiegato - Volevano un attaccante che avesse esperienza in Liga (ha giocato due anni in prestito al Granada, ndr) e che capisse il calcio spagnolo. Doveva essere un prestito di sei mesi e rigorosamente da attaccante di riserva. Mi ha fatto molto piacere che il Barcellona fosse interessato e qualunque giocatore sarebbe stato più che felice di accettare. Ma, col dovuto rispetto, avevo appena chiuso il campionato cinese da vice-capocannoniere, meritavo di meglio e non volevo essere un giocatore a breve termine da qualche parte".

"Decisione facile da prendere"

Il centravanti nigeriano, anche capocannoniere con 7 reti delle qualificazioni alla prossima Coppa d’Africa, ha detto di no senza rimorsi: "Ho rifiutato la proposta - ha detto -. È stata una decisione facile da prendere e ho scelto di restare in Cina passando allo Shanghai Shenhua con un lungo contratto. Bisogna pesare al meglio le cose nella vita e chiedersi se fai una cosa per te o per soddisfare gli altri. Rispetto la mia decisione - ha aggiunto Ighalo - Dovevo restare concentrato su cosa sarebbe stato un bene per la mia carriera: quando decidi di fare qualcosa devi restare fedele a te stesso. Sono felice dove sono. Non ho rimpianti perché sono felice allo Shanghai Shenhua, mi sono anche riunito con il mio ex allenatore al Watford, Quique Sanchez Flores, ndr. La sfida qui è eccitante e mi piace".

I più letti di calcio