Svizzera, allo Zurigo 9 positivi al coronavirus: campionato a rischio?

svizzera
Foto Twitter @fc_zuerich

I test effettuati dal club svizzero hanno rivelato la positività al coronavirus di 9 elementi (6 giocatori più 3 membri dello staff). L'intera squadra è ora in isolamento domestico, mentre il presidente del Sion tuona: "Il campionato deve finire qui"

CORONAVIRUS, GLI AGGIORNAMENTI IN DIRETTA

L'allarme coronavirus torna a suonare e, questa volta, rischia di avere pesanti conseguenze. Lo Zurigo, infatti, ha fatto sapere con un comunicato ufficiale che, dopo la positività al Covid-19 di Mirlind Kryeziu, sono state riscontrati altri contagiati all'interno del club. In una prima nota, la società svizzera aveva affermato di aver trovato altri positivi dopo il test effettuato sui calciatori, i membri dello staff e tutti gli altri dipendenti, sottoponendo l'intera squadra all'isolamento domestico e confermando di "seguire tutte le linee guida e le istruzioni emesse dal BAG (l'Ufficio federale della sanità pubblica ndr) e dal dipartimento sanitario del Cantone". Poi, con un secondo comunicato, la società ha certificato - specificando che non ne sono emersi di nuovi dalla mattina - il numero dei positivi al coronavirus: sono 9, di cui 6 calciatori e 3 elementi dello staff. Sono tutti asintomatici o presentano al massimo sintomi lievi.

vedi anche

Positivo un tesserato del Parma: squadra isolata

Il presidente dello Zurigo, inoltre, a seguito di speculazioni ha tenuto a far sapere che "Mirlind Kryeziu si è comportato in modo professionale, esemplare e responsabile, sottoponendosi immediatamente al test dopo il sorgere dei primi sintomi. Come tutti gli altri dipendenti della società, conosce le istruzioni e le misure precauzionali da adottare. A causa dell'alta viralità del coronavirus, esiste tuttavia sempre un certo rischio di infezione. Non è stato ancora dimostrato se Kryeziu sia stato il primo a scatenare la catena dei contagi".

Presidente Sion: "Campionato da chiudere adesso"

vedi anche

Rifiutano cassa integrazione, Sion ne licenzia 9

Quali conseguenze avranno gli ultimi sviluppi? Il prosieguo della Super League svizzera è più che mai a rischio. A tal proposito è intervenuto Christian Costantin, presidente del Sion, che sembra avere le idee chiare: "Il campionato deve chiudere immediatamente - ha detto al Blick -. "Abbiamo messo la Coppa Svizzera ad agosto perché a livello medico non si poteva giocare ogni 2 giorni, ora come faremo a recuperare queste partite? (Zurigo-Sion e Basilea-Zurigo sono state rinviate ndr). In particolare perché l'Uefa ci ha chiesto di chiudere i campionati entro il 3 agosto, e il 5 il Basilea deve pure giocare in Europa League...".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche