Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
user
19 dicembre 2018

Bari, si rivede piazza Franco Brienza: la dedica speciale di un tifoso per il primo gol del numero 10 in Serie D

print-icon

A due mesi dalla prima volta, ricompare la targa con dedica per il capitano e numero 10 della squadra di Cornacchini: un omaggio al primo gol con la maglia del Bari in Serie D, arrivato domenica scorsa contro il Rotonda

SERIE D, IL BARI IN FUGA NEL GIRONE I

BARI, UNA PIAZZA PER BRIENZA: ERA GIA' SUCCESSO A OTTOBRE 2018

Due mesi fa la speciale dedica era arrivata dopo il suo ritorno in campo con la maglia del Bari a tre mesi dall'ultima volta, risalente ai playoff di Serie B persi dai biancorossi contro il Cittadella. Ora il curioso omaggio, frutto della fantasia di qualche anonimo tifoso, è tornato a farsi vivo dopo la sua prima rete in Serie D con la squadra allenata da Giovanni Cornacchini: nel capoluogo pugliese è ricomparsa la targa inneggiante a Franco Brienza, numero 10 della SSC Bari, sceso in serie D con i biancorossi dopo due anni di B per dimostrare, a 39 anni, di poter essere ancora protagonista nella risalita che la famiglia De Laurentiis progetta per il club.

Bari, riecco la targa per Franco Brienza: è ricomparsa dopo il primo gol del numero 10 in Serie D

Il fatto che Brienza abbia trovato domenica scorsa sul campo di Castrovillari la sua prima rete con la maglia del Bari in Serie D - su calcio di rigore per il temporaneo 0-1, nella partita vinta contro il Rotonda per 2 a 1 che ha spinto i biancorossi in fuga nel girone I - lascia pensare che l'omaggio sia tornato di moda in onore al gol del fantasista ischitano. La targa, installata già nello scorso ottobre e all'epoca rimossa dall'amministrazione comunale dopo meno di 24 ore, è stata apposta in via Posca, nel quartiere Poggiofranco, zona nella quale vivono molti calciatori del Bari e già oggetto in poche ore di selfie da parte dei tifosi di passaggio. "Maestro di calcio" è la professione indicata per il capitano del Bari. E come per ogni personaggio "storico" che si rispetti, anche per Brienza - oltre 250 partite in Serie A tra Atalanta, Cesena, Palermo, Reggina, Siena e Bologna - c'è la data di nascita (19 marzo 1979), mentre per la data di scomparsa c'è un tocco d'ironia: "Lo decide lui". Una risposta diversa alle dediche viste per altri idoli in altre piazze e ad altre latitudini. Dalle statue per Cristiano Ronaldo, Maradona e Messi, passando per l'intitolazione di impianti sportivi e campi di allenamento. Per Brienza, Bari ha in mente già una piazza ad hoc. Chissà se questa volta la targa posticcia con dedica durerà fino a domenica, quando i biancorossi ospiteranno al San Nicola il Roccella per l'ultima partita del girone di andata. E il numero 10 cercherà il primo gol in Serie D nello stadio di casa.

LE ULTIME NOTIZIE DI SKYSPORT

I PIU' LETTI DI OGGI
I più letti di oggi