Bayern Monaco-Borussia Dortmund 6-0, tripletta Lewandowski: a segno James, Muller e Ribery. GOL E HIGHLIGHTS

Bundesliga

La squadra di Jupp Heynckes umilia in casa il Borussia Dortmund nel Klassiker della 28^ giornata della Bundesliga. Poteva essere il giorno del trionfo in campionato, ma lo Schalke ha battuto il Friburgo: festa rimandata nonostante il punteggio tennistico con cui è stato asfaltato il BVB

CLICCA QUI PER TUTTI I RISULTATI DELLA BUNDESLIGA

BAYERN MONACO-BORUSSIA DORTMUND 6-0

5', 44' e 88' Lewandowski, 14' James, 23' Muller, 45'+1 Ribery

Una lezione. Di calcio, di Bundes, di come dominare una partita e l'avversario dal primo all'ultimo minuto di gioco. Super Bayern in una partita dai tratti più tennistici che calcistici: 6-0 al Borussia Dortmund, quattro marcatori e uno spettacolo unico. Lewandowski è un lupo mannaro, James, Muller e Ribery degni compagni di un branco di fenomeni del pallone, allenati da un guru: Jupp Heynckes sogna il triplete e i suoi rispondono con sei schiaffi a Stoger, letteralmente asfaltato.

Le scelte

Jupp Heynckes schiera i suoi con un 4-1-4-1 che può essere anche considerato un 4-3-3, con Muller e James mezz'ali con licenze offensive. Il solo Javi Martinez si occupa di interdire il gioco avversario davanti alla difesa, con Robben e Ribery esterni: Jeynckes si affida ai "vecchietti in scadenza", la Robbery. Stoger, invece, sfida i veterani con i giovani: Pulisic, Akanji, Dahoud. Insomma, esperienza contro gioventù: vince la prima.

Primo tempo

Passa subito il Bayern Monaco: primo affondo, primo gol. Uscita dal pressing del Borussia Dortmund per gli uomini di Heynckes, palla a Muller che si inventa un assist filtrante di esterno per Lewandowski. Il polacco (partito in posizione dubbia) è imbattibile nell'uno contro uno: sassata sotto la traversa e vantaggio Bayern. Il VAR non interviente e convalida il gol: è il quinto minuto. Passano poco più di tre minuti e i padroni di casa trovano il raddoppio, che però viene annullato dal VAR. Il cross da destra di Muller, infatti, viene toccato leggermente da James prima di finire tra i piedi di Ribery, che mette a sedere due avversari con una finta di corpo prima di scaraventare il pallone in rete. 2-0 mancato, 2-0 trovato: al 14', infatti, James Rodriguez trova il gol: cross basso, rasoterra e forte, da sinistra di Alaba, sul pallone in area il più veloce è James, che appoggia in porta per il raddoppio in meno di un quarto d'ora. Il Borussia ha in Gotze l'unico giocatore pericoloso offensivamente, anche se le sue conclusioni dalla distanza non impensieriscono Ulreich. Il Bayern, invece, fa letteralmente quello che vuole, al punto che il 3-0 è una semplice conseguenza di uno strapotere tecnico, tattico e territoriale: ennesima palla recuperata dai bavaresi (e persa da Castro), servizio a sinistra per James che pennella in mezzo all'area dove arriva a rimorchio Thomas Muller. Pallone delicato, appoggio delicato: terzo gol e partita chiusa. Stoger, quindi, cambia: fuori proprio Castro alla mezz'ora e dentro Weigl. Il finale di tempo è... ancora Bayern show. Un dominio assoluto, a Monaco, all'Allianz, c'è solo una squadra: 4-0 e 5-0 nel giro di una sessantina di secondi. Protagonista Ribery, che si inventa da solo il 4-0, saltando Piszczek da fermo, andando via sul fondo e cercando il pallonetto su Burki. Il rimpallo finisce in zona Lewandowski, spaccata in mezzo a diversi giocatori e palla in porta, forse, con la deviazione dello stesso Ribery. Calcio d'inizio, due passaggi, palla persa e quinto gol: filtrante per Ribery e il francese tenta di nuovo il pallonetto, stavolta, trovando la porta e la rete. Pokerissimo da alieni.

Secondo tempo

Partita letteralmente addormentata nella ripresa, con pochissime occasioni per entrambe le squadre. L'assenza di squilli è legata a motivi diversi, ovviamente: risparmio energetico per il Bayern, morale sotto terra per il Borussia. Che non spinge, non lotta, non ci mette grinta: è rassegnato a una sconfitta inevitabile e meritata, visto l'atteggiamento del primo tempo. L'unico acuto dei gialloneri è di Mario Gotze (poi sostituito al 78' con Sahin), che al 67' si sposta la palla sul sinistro e calcia centrando il palo, mentre 7 minuti più tardi ci prova Lewandowski, non ancora sazio della doppietta della prima frazione. Durante i secondi 45 minuti, comunque, da segnalare un Manuel Neuer scatenato su Instagram, con tanto di video-selfie in una story con il 'cinque'' mimato- Perché uno come lui fa sempre notizia, specialmente ora che il suo rientro non è più così lontano.

La partita comunque viaggia col pilota automatico fino all'88', quando Muller e Kimmich inventano un triangolo in un fazzoletto che manda il giovane tedesco sul fondo: cross rasoterra a centro area, Burki tocca appena e lì chi c'è? Ovviamente lui, Robert Lewandowski: tripletta per lui, partita chiusa. Game, set and match: il Bayern sigilla la Bundesliga con una partita mostruosa.

IL TABELLINO

Bayern Monaco (4-1-4-1): Ulreich; Rafinha, Boateng, Hummels, Alaba (46' Kimmich); Martinez; Robben, Muller, James (65' Thiago), Ribery (69' Rudy); Lewandowski.
Borussia Dortmund (4-2-3-1): Bürki; Piszczek, Sokratis, Akanji, Schmelzer; Castro (30' Weigl), Dahoud; Pulisic (75' Philipp), Gotze (78' Sahin), Schurrle; Batshuayi.

GIÀ GIOCATE

SCHALKE 04-FRIBURGO 2-0

63' rig. Caligiuri, 73 Burgstaller

Doveva vincere lo Schalke per rinviare la festa del Bayern, vittoria che è arrivata per gli uomini di Tedesco, bravi a vincere per 2-0 contro il Friburgo dopo una partita complicata e molto agonistica. Tre punti che permettono di rimandare la vittoria della Bundesliga per i bavaresi: decidono il rigore di Caligiuri e il destro incrociato di Burgstaller. Due gol arrivati nel secondo tempo, col Friburgo che perde un uomo (Petersen) e il proprio allenatore Christian Streich, giocando in uno in meno e senza guida. Sesta vittoria consecutiva per lo Schalke: non accadeva dalla stagione 2006-2007. Per tre punti fondamentali, che certificano il rinvio della festa-Bayern.

BAYER LEVERKUSEN-AUGSBURG 0-0

Il Bayer rallenta la corsa Champions e viene superato dal Lipsia, dopo lo 0-0 contro un Augsburg che, comunque, ha meritato il risultato di parità. I padroni di casa ci provano in ogni modo, ma non riescono a trovare il gol, impattando contro l'Augsburg e scendendo dal quarto al quinto posto.

HANNOVER-RB LEIPZIG 2-3

16' Forsberg (L), 53' Orban (L), 71' Sané (H), 76' Pulsen (R), 78' Fulkrug
Una vittoria sofferta che vale doppio visto lo 0-0 del Bayer Leverkusen: il Lipsia espugna Hannover e trova tre punti importantissimi in vista della corsa Champions League. Cinque gol totali, 2-3 esterno e quarto posto agganciato: dopo lo 0-2 dei primi 53 minuti, doppio tentativo di rimonta sempre mandato indietro: prima Sané trova il momentaneo 1-2, ma Poulsen porta di nuovo a +2 i suoi, che vengono prima colpiti da Fulkrug al 78' e addirittura raggiunti dallo stesso attaccante. Solo il VAR annulla tutto e il risultato si trascina fino al fischio finale: è 2-3.

HOFFENHEIM-COLONIA 6-0

22' e 47' Gnabry, 56' e 65' Uth, 61' Rupp, 72 Zuber
Goleada per gli uomini di Nagelsmann. mattatore Serge Gnabry, in grado di trovare la doppietta con un gol per tempo. Ed è proprio il raddoppio del tedesco a lanciare i suoi in quella che è una vittoria importante per mantenere il distacco dalla zona Europa League, una goleada al Colonia penultimo in classifica e praticamente retrocesso, visti i 5 punti di distacco e la partita in più rispetto a Wolfsburg e Mainz.

STOCCARDA-AMBURGO 1-1

18' Holtby (A), 44' Ginczek (S)
L'Amburgo blocca lo Stoccarda e trova un punto che avvicina gli ospiti al Colonia penultimo a +2, ma anche la zona salvezza, ora distante 7 punti ma con solo sei giornate a disposizione. Per continuare a far andare avanti l'orologio ''perenne'' della permanenza in Bundes dell'Amburgo. La vittoria, comunque, manca da 15 partite.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport