Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
30 settembre 2008

Iaquinta salva la Juve, la Fiorentina non sfonda

print-icon
juv

L'autore dei due gol della Juve, Vincenzo Iaquinta

CHAMPIONS. I bianconeri pareggiano 2-2 col Bate Borisov dopo essere stati in svantaggio di due reti: salva l'attaccante con una doppietta. I viola non vanno oltre lo 0-0 al Franchi con la Steaua Bucarest: Mutu fischiato dai suoi stessi connazionali

BATE BORISOV-JUVE 2-2
17' Kryvets (B), 24' Stasevich (B), 29' e 45' Iaquinta (J)


FIORENTINA-STEAUA BUCAREST 0-0


Notte senza acuti per le italiane
- Un punto a testa e qualche rammarico. Finisce così la seconda giornata della fase a gironi della Champions League 2008-2009 per Juventus e Fiorentina. I bianconeri si salvano grazie a una doppietta di Iaquinta che regola i conti con il Bate passano in vantaggio prima con Kryvets e poi per il raddoppio con Stasevich. I viola invece impattano al Franchi contro la Steaua Bucarest. Finisce 0-0 in una gara senza grandi emozioni e con pochi colpi di scena. Tra questi l'assenza della celebre colonna sonora della Champions, non trasmessa allo stadio per problemi tecnici, e i fischi per Mutu, arrivati dai suoi stessi connazionali, sponda Steaua.

Juve, che rischio
- Ranieri rivoluziona la squadra e si affida a Iaquinta e Del Piero supportati da Giovinco. Amauri finisce in panchina. L'avvio del match è subito in salita per i bianconeri. Al 17' arriva il primo gol dei padroni di casa e dopo soli 7 minuti giunge come una doccia gelata il raddoppio. La Juve è stordita e salva la faccia grazie a Vincenzo Iaquinta autore dei due gol che consentono ai bianconeri di chiudere il primo tempo in parità. L'avvio della ripresa è un po' sottotono. Il Bate, forse "spaventatosi" dalla repentina reazione degli ospiti, perde vivacità e spirito di iniziativa. La Juve ci prova fino alla fine ma il risultato non cambia più. Dopo la vittoria con lo Zenit all'esordio e il pari di questa sera, la Juve è adesso a quota 4 punti del girone H, dove il Real Madrid guida con 6 lunghezze.

Fiorentina, solo due punti - Finisce tra i fischi invece la "prima" casalinga della Fiorentina in Champions League. I viola infatti non vanno oltre lo 0-0 con la Steaua Bucarest, rischiando anche nel finale la sconfitta. Hanno fatto poco i viola per vincere questa partita. La Steaua si è difeso sempre con ordine e ripartendo in velocità, sfruttando nel primo tempo soprattutto la fascia di Jorgensen (preferito a Zauri), decisamente in serata no. E' Semedo la spina nel fianco, mentre l'unica punta, Stancu, è ben contenuta da Dainelli e Gamberini (a sinistra gioca Vargas). Mutu non si accende quasi mai, mentre la prima iniziativa della Fiorentina è firmata, e non è un caso, da Gilardino. Nel finale di partita il "Franchi" trema per ben tre volte. I rumeni si rendono pericolosi ed è strepitoso il portiere viola Frey in almeno due occasioni. Adesso la Fiorentina è a quota due punti del girone F, insieme al Lione col quale aveva pareggiato nella prima gara. Guida il gruppo il Bayern Monaco con 4 punti.