Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
01 novembre 2010

Dinho: "Mai criticato il Milan, col Real vogliamo vincere"

print-icon
ron

Ronaldinho saluta Cristiano ROnaldo che ritroverà da avversario in Champions mercoledì (Getty)

Il brasiliano ha smentito le dichiarazioni riportate da alcuni organi di stampa sulla solitudine in attacco di Zlatan Ibrahimovic nel match perso dai rossoneri con la Juve. "Non mi piace parlare quando gioco, figurarsi se non sono in campo"

Guarda l'album del Milan

"In genere non mi piace parlare dopo le partite quando gioco, figurarsi quando non gioco...". Ronaldinho smentisce di aver criticato l'assetto del Milan e di aver, in particolare, puntato il dito sulla solitudine offensiva di Zlatan Ibrahimovic. "No, niente di tutto questo", dice il brasiliano. "Sono qui da tre anni e tutte le persone del Milan mi conoscono. Io non mi permetto di giudicare le scelte dell'allenatore e il rendimento dei miei compagni. Non c'è niente di vero in quello che ho letto stamattina", dice il verdeoro, che ha saltato la sfida casalinga persa 2-1 sabato dai  rossoneri contro la Juventus.

Dinho è pronto a riprendere il proprio posto in campo: mercoledì a Milano arriva il Real Madrid per una supersfida di Champions League. "Mi sento bene e ho tanta voglia. Negli ultimi giorni ho fatto tutto il lavoro necessario e mi sento pronto per aiutare i miei compagni. Arriva una partita importante come quella con il Real e ho voglia di giocare, di aiutare e di fare del mio meglio - dice Ronaldinho -. Gli ultimi due allenamenti, quello di oggi e quello di domani, sono importanti per me e per la squadra".

La formazione allenata da Massimiliano Allegri deve riscattare il netto ko subito al Santiago Bernabeu con un perentorio 2-0. "All'andata - dice Ronaldinho - i due gol subiti all'inizio ci hanno reso la vita difficile. Adesso dobbiamo solo pensare a fare quanto ci chiede il nostro allenatore per fare i tre punti".

L'ex stella del Barcellona può esultare per la convocazione in Nazionale. "Una bella sorpresa, una motivazione in più, sono felice", dice prima di spezzare una lancia per Pato. Il baby connazionale è stato fischiato dai tifosi del Milan dopo l'ultima prestazione. "Lui è giovane, è intelligente, io ho una grande  fiducia in lui. Prestissimo tornerà a fare gol e tornerà a far felici i tifosi".

Guarda tutte le statistiche di serie A

GUARDA LE PAGELLE DI MILAN-JUVE