Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
04 novembre 2010

Piagnisteo spagnolo: tutta colpa di Webb, Milan aiutato

print-icon
how

L'arbitro inglese Howard Webb è finito nel mirino della stampa spagnola

Unanime l'opinione oggi della stampa sportiva madrilena, che non risparmia le critiche al fischietto inglese. "Un coraggioso pareggio malgrado un penoso Webb". "Il Madrid quasi perdeva per colpa dell'arbitro". GUARDA LE FOTO E I VIDEO

Album: Champions League - Milan

Guarda i gol della Champions da Sky Sport


Champions: rivivi gli episodi salienti della prima, della seconda, della terza e della quarta giornata


Tutta colpa dell'abitro, se ieri sera un grande Real Madrid targato José Mourinho non è riuscito a battere il Milan e a spezzare la 'maledizione' di San Siro, dove non ha mai vinto in una competizione ufficiale europea: questa l'opinione oggi della stampa sportiva madrilena, che non risparmia le critiche al fischietto inglese Howard Webb.

"Il Madrid ha fatto una grande partita, ma quasi perdeva per colpa dell'abitro" titola As. "Un coraggioso pareggio malgrado un penoso Webb", strilla Marca. Secondo il quotidiano sportivo madridista l'arbitro avrebbe dovuto espellere Abate per un fallo su Ronaldo e non ha visto il fuorigioco di Inzaghi sul gol del 2-1. Secondo Abc sarebbero anzi tre i cartellini rossi che Webb avrebbe dovuto infliggere ai giocatori milanisti. Più sfumata la valutazione della stampa sportiva catalana: Mundo Deportivo scrive che Webvb è stato "il peggio" della partita, per non avere fischiato il fuori gioco di Inzaghi ma anche per "non avere castigato il teatro di Cristiano Ronaldo" che un paio di volte si è gettato a terra simulando falli inesistenti.

Sport rileva invece come i due giocatori del Real più criticati da Mourinho, Benzema e Pedro Leon, abbiano firmato il gol del pareggio negli ultimi secondi, salvando gli spagnoli dalla sconfitta. Quello di Leon è stato il primo gol di un giocatore spagnolo del Real dall'inizio della stagione. Finora per il Real in Liga e in Champions, rileva Mundo Deportivo, avevano segnato gli argentini Higuain e Di Maria, i portoghesi Ronaldo e Carvalho e il tedesco Ozil.