Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 febbraio 2011

Milan, galà Champions. Allegri: "Primo non beccare gol".

print-icon
ibr

Ibra molto atteso, ma contro il Tottenham non potrà dialogare con Cassano (Ansa)

Nel big match d'andata di questa sera degli ottavi non ci sarà Cassano mentre il Tottenham rinuncia a Bale. Il tecnico rossonero: "Faremo di tutto per arrivare fino in fondo. Voglio due gare di grande intensità". FOTO E FANTACAMPIONI

Guarda i video: tutte le emozioni minuto per minuto

Guarda il tabellone degli Ottavi di Champions

Così Milan-Tottenham in diretta su Sky


I convocati di Allegri - Ecco i 19 giocatori per la gara di Champions League in programma a San Siro con il Tottenham: Abbiati, Amelia, Abate, Antonini, Jankulovski, Legrottaglie, Nesta, Oddo, Papastathopoulos, Thiago Silva, Yepes, Flamini, Gattuso, Merkel, Seedorf, Strasser, Ibrahimovic, Pato, Robinho.

"Il Tottenham è forte anche senza Bale, del resto è un ottavo di Champions e sarà molto difficile. Ma il Milan comunque darà tutto per arrivare fino in fondo in Europa": Massimiliano Allegri mette in guardia così il suo Milan dal pericolo Tottenham.

A San Siro si giocherà il primo round e il tecnico chiede prima di tutto una partita attenta in fase difensiva: "Giocando la prima in casa non bisogna rischiare di compromettere tutto", dice  Allegri. "Dobbiamo giocare una partita equilibrata, l'obiettivo è cercare di non prendere gol, cosa importante nell'arco delle due partite. Loro hanno un grande potenziale offensivo e bisognerà essere solidi in difesa".

Il club londinese dovrà fare a meno di Gareth Bale, fermato da un problema alla schiena: "Ma il Tottenham nelle ultime gare ha fatto bene anche senza di lui", avverte il tecnico rossonero. "E' una squadra intensa,  molto organizzata, con un buon collettivo e singoli tecnicamente molto validi. Le inglesi? Spesso i numeri ci sono anche per essere smentiti, noi abbiamo grandi possibilità di passare questo turno sapendo che dobbiamo affrontare una grande squadra. Dovremo fare due partite di grande intensità e soprattutto di grande tecnica".

Un accenno, da parte del tecnico, anche al campionato: "Juventus-Inter non è stata  decisiva. Qualche settimana fa avevamo più punti di vantaggio eppure sono bastati due pareggi perché si parlasse di Milan in crisi. Dobbiamo dare continuità ai risultati, è troppo presto per parlare, saraà un campionato aperto fino alla fine".

Commenta nel forum di Fantacampioni

Gioca subito a Fantacampioni!