Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
08 marzo 2011

Allegri: "Siamo forti, possiamo battere il Tottenham"

print-icon
all

Massimiliano Allegri si è detto fiducioso sulla possibilità di ribaltare la sconfitta rimediata all'andata con il Tottenham negli ottavi di Champions (Getty)

I tecnico del Milan ottimista sulle chance di vittoria a Londra: "All'andata il risultato fu bugiardo, possiamo ribaltarlo se giochiamo come una squadra e non singolarmente". Su Boateng: "Valuteremo le sue condizioni ma abbiamo diverse soluzioni". LE FOTO

Gioca a Fantacampioni

Foto: le storiche rimonte italiane


"Deve essere la partita del Milan. Se non giochiamo come una squadra, difficilmente riusciremo a fare risultato". Massimiliano Allegri detta al Milan la ricetta per espugnare domani White Hart Lane e soffiare al Tottenham la qualificazione ai quarti di finale di Champions League. I rossoneri volano a Londra per rimediare alla sconfitta casalinga per 1-0 incassata all'andata. "Siamo una squadra forte, il passaggio del turno non sarebbe un'impresa storica", dice Allegri a Milanello, prima della partenza per l'Inghilterra.

"Sappiamo di aver commesso alcuni errori all'andata, abbiamo sbagliato sull'azione che ha portato al gol del Tottenham. Alla fine, il risultato non ha rispecchiato pienamente l'andamento della gara. Ora dobbiamo scendere in campo con serenità. Il Milan sta bene dal punto di vista fisico e mentale, è in grado di giocare una grande partita contro un avversario di alto livello", aggiunge. "Il Tottenham ha tanti elementi di qualità, non c'è solo Bale", dice Allegri riferendosi alla formazione londinese e, in particolare, all'esterno gallese.

Il tecnico rossonero deve fare i conti con una serie di defezioni dovute a provvedimenti disciplinari e acciacchi assortiti. "Abbiamo 3 giocatori che non possono essere utilizzati in Coppa (Van Bommel, Emanuelson e Cassano, ndr). Abbiamo Gattuso squalificato, abbiamo qualche infortunato", dice.

Si aspettano notizie sulle condizioni di Kevin Prince Boateng, uscito malconcio dalla sfida vinta sabato sera sul campo della Juventus. "Ieri non si è allenato, ha lavorato in modo differenziato. Oggi valuteremo", dice il tecnico. "Non abbiamo tanti giocatori a disposizione, ma abbiamo comunque una serie di soluzioni per la formazione. Potremmo far giocare Thiago Silva a centrocampo o potremmo avanzare Jankulovski", afferma senza fornire indicazioni definitive. "Sono abbastanza sereno. Affrontare i match con troppa tensione può essere dannoso, quindi bisogna cercare di rimanere più sereni possibile. Siamo ovviamente consapevoli che la partita di domani è decisiva per passare il turno", ribadisce. "Sappiamo che affronteremo una squadra importante che ha 25 giocatori importanti, che sta facendo molto bene nel campionato inglese e che soprattutto in Champions League ha i numeri dalla sua parte. Noi stiamo bene sia  fisicamente che mentalmente e non vedo perché non dovremmo avere la  possibilità di giocare una grande partita per passare il turno".

L'approdo ai quarti non sarebbe un miracolo sportivo. "Si tratta di ribaltare un risultato che all'andata è stato bugiardo. A Londra sarà una partita diversa rispetto all'andata, però dovremo giocare una gara di grande intensità, di grande sacrificio e di grande tecnica".

Commenta nel forum della Champions League

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

Tutti i gol della Champions da Sky Sport