Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
09 marzo 2011

Il Milan ci prova, il Tottenham resiste: rossoneri eliminati

print-icon
pat

Alexandre Pato non è riuscito a scardinare la difesa del Tottenham

Nella bolgia del White Hart Lane la squadra di Allegri non riesce a capovolgere lo 0-1 dell'andata e saluta la Champions dopo uno 0-0. Il maggior possesso palla del Milan ha generato occasioni per Pato e Robinho ma non sono bastate. Spurs avanti. LE FOTO

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

I gol della Champions da Sky Sport

TOTTENHAM-MILAN 0-0 (and. 1-0)

LE PAGELLE

Guarda la cronaca del match



di LORENZO LONGHI
da Londra

Il Milan ha calato il poker, ma non si tratta certo di un poker di cui andare fieri: per il quarto anno consecutivo, infatti, i rossoneri non sono riusciti ad andare oltre gli ottavi di Champions League, eliminati questa volta da un Tottenham che ha capitalizzato al meglio il successo ottenuto nella gara di andata a San Siro, quell'1-0 a firmato Crouch che ha di fatto blindato la qualificazione. In un White Hart Lane ribollente di passione, gli Spurs si sono regalati il sogno di accedere ai quarti di finale, grazie ad uno 0-0 che in realtà è stato ben più divertente di quanto non dica il finale.

Perché, a conti fatti, sia il Milan che il Tottenham hanno avuto le loro buone occasioni e, se è vero che i rossoneri hanno avuto più volte l'opportunità di sbloccare il risultato, è anche vero che alla fine l'esito dei 180' ha premiato la squadra che ha più meritato il passaggio del turno, anche in virtù di un successo esterno sul quale nessuno avrebbe scommesso. I rossoneri, che a Londra hanno schierato dall'inizio Pato, Robinho e Ibrahimovic, ci hanno provato e non hanno fatto certo brutta figura. Ma non si può dire che il Tottenham non abbia portato a casa ciò che ha dimostrato di meritare.

Tanto più cha all'andata non c'era l'infortunato Bale, confinato in panchina anche al ritorno, e gli Spurs possono affermare di aver ottenuto un risultato storico senza il loro migliore giocatore, come sa bene l'Inter. E così, mentre la squadra di Allegri ha più volte sprecato opportunità piuttosto ghiotte, il sornione Redknapp è riuscito a non fare cadere i suoi nel tranello di una eccessiva tensione. Perché al Tottenham, una delle sorprese di questa edizione della Champions, alla viglia del torneo nessuno aveva chiesto di arrivare così lontano e, di fronte ad una delle partite più importanti degli ultimi anni, gli inglesi non hanno perso la testa.

Crouch e compagni, ma soprattutto i tifosi, possono dunque godere di questo passaggio del turno, tanto più che gli arci-rivali dell'Arsenal sono stati eliminati martedì ("Are you watching Arsenal?", cantavano i supporters al White Hart Lane). Al Milan resta ora solo il campionato. Che non è poco, sia chiaro, ma che rimane l'obiettivo da non fallire per nulla al mondo. Quanto all'Italia, dopo la Roma, qualla del Milan è la seconda eliminazione nel medesimo turno: se è vero che non c'è due senza tre, gli interisti sono legittimati a fare qualsiasi gesto scaramantico…

Schalke 04-Valencia 3-1. Lo Schalke vola ai quarti. Nella gara di ritorno degli ottavi di finale, a Gelsenkirchen, i tedeschi hanno battuto il Valencia 3-1. Al 17' il vantaggio degli spagnoli con Ricardo Costa. Poi la doppietta di Farfan, tra il 40' e il 49' della ripresa. Conti chiusi dalla rete di Gavranovic al 52'. All'andata, in Spagna, era finita 1-1. 

Commenta nel Forum della Champions League


Commenta nel forum di Fantacampioni

Gioca a Fantacampioni!