Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
16 marzo 2011

Real, sfatato il tabù ottavi. Inter a rischio Mourinho

print-icon
rea

Il Real Madrid festeggia il gol di Marcelo (Ansa)

I madrileni centrano i quarti di finale di Champions League al settimo tentativo grazie al successo per 3-0 contro il Lione. Il tecnico portoghese possibile avversario della sua ex squadra. Avanti anche il Chelsea di Carlo Ancelotti. LA GALLERY

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto
I gol della Champions da Sky Sport
Copenaghen in rosa: è la maglia più brutta della Champions?

LE PAGELLE DI REAL MADRID-LIONE
LE PAGELLE DI CHELSEA-COPENAGHEN

REAL MADRID-LIONE 3-0 (and. 1-1)
37' Marcelo (R), 66' Benzema (R), 76' Di Maria (R)

Guarda la cronaca del match


Era necessario affidarsi a Josè Mourinho, uno che nelle ultime sei stagioni ha sollevato la Coppa dalle grandi orecchie due volte (Porto 2004 e Inter 2010) per sfatare il tabù degli ottavi di finale di Champions League in quel di Madrid. Il Real ha battuto 2-0 il Lione e si è assicurato, per la prima volta negli ultimi sette anni, uno posto tra le migliori otto squadre d'Europa.

Lo 'Special one' ha fatto di più, battendo per la prima volta i francesi, che in sette sfide di Champions non avevano mai perso contro i galacticos. I numeri del Real di Mou al Bernabeu sono impressionanti, con 22 vittorie su altrettanti match stagionali disputati tra le mura amiche.

A decidere la gara tre giocatori che fino a pochi mesi fa erano molto discussi dal popolo madrileno: Marcelo, Di Maria e Benzema, quest'ultimo rinato da qualche settimana a questa parte, grazie anche alla cura psicologica di Mourinho. Il portoghese, che potrebbe diventare il primo tecnico a vincere tre Champions con tre squadre diverse, guarderà con attenzione al sorteggio di venerdì. Già, perchè per uno strano scherzo del destino Mou potrebbe trovarsi di fronte la 'sua' Inter.

Chelsea senza problemi - Un altro possibile avversario è il Chelsea, che non ha faticato per centrare la qualificazione ai quarti di finale. Dopo il 2-0 con cui aveva espugnato Copenaghen, la squadra di Carlo Ancelotti si è limitata a controllare il ritmo, sfruttando anche la pochezza tecnica dei campioni di Danimarca e chiudendo la gara sullo 0-0. Il sogno dei 'Blues' verso la prima Champions prosegue.

Gioca a Fantacampioni