Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 aprile 2011

Raul, la leggenda: adesso il sogno è il Madrid in finale

print-icon
rau

Raul Gonzalez Blanco, oggi leader dello Schalke 04, ha vestito la camiseta blanca del Real Madrid dal 1992 al 2010

Lo spagnolo, giustiziere in semifinale dell'Inter con due gol, detiene anche il record di reti segnate in Champions: 72, due in più di Pippo Inzaghi. L'obiettivo è ora arrivare a Wembley per sfidare la sua ex squadra e il "nemico" Mourinho

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

I gol della Champions da Sky Sport


Commenta nel forum di Fantacampioni

Settantadue gol in Europa, dei quali settantuno in Champions, e la minaccia (per gli altri) di segnarne ancora. E pensare che la scelta di Raul di andare allo Schalke 04 sembrava il crepuscolo di un campione che trova il proprio palcoscenico nella piccola Gelsenkirchen, cittadina tedesca in posizione defilata rispetto ai giri compiuti annualmente dal calcio che conta. Ma Raul non è un calciatore con la pancia piena. Al contrario, la fame di gol e vittorie dell'ex simbolo del Real Madrid prosegue ininterrotta, al punto da mangiarsi in un boccone l'Inter del triplete, come se la squadra nerazzurra fosse l'ultima delle provinciali della Bundesliga. Leonardo si e' sportivamente complimentato con lui, e non poteva fare altrimenti.

Con la rete di mercoledì Raul ha staccato di due lunghezze quell'altro vecchio leone di Pippo Inzaghi, messo ko da un infortunio senza il quale si sarebbe ben guardato dall'alzare bandiera bianca di fronte alla continuità realizzativa dello spagnolo. Raul gioca splendidamente e trasmette sicurezza al resto dello Schalke: quando il giocatore sale di ritmo l'intera formazione viene coinvolta nel suo furore agonistico. A Milano, vestiti di bianco e con il fuoriclasse spagnolo a seminare il panico davanti a Julio Cesar, sembrava che in campo al posto dello Schalke ci fosse il Real dei tempi d'oro.

E d'altronde è curioso che Raul ritrovi l'Europa che conta proprio a Gelsenkirchen. A Madrid l'ultima delle tre Champions conquistate dall'ex capitano blanco risale al 2002. Poi un limbo lunghissimo, fatto di tante eliminazioni umilianti. La scorsa estate le strade del Real Madrid e di Raul si erano separate, e si pensava che fosse per sempre. Oggi invece entrambi sono in semifinale anche se dai lati opposti del tabellone. Ma è probabile che Mourinho non stapperà lo champagne in caso di finale contro lo Schalke 04 dell'indomito Raul.

Guarda anche:
Inter sterile, lo Schalke la punisce e va in semifinale