Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
26 aprile 2011

Gioca solo lo United: Giggs e Rooney stendono lo Schalke 04

print-icon
spo

Giggs realizza il primo dei due gol con i quali il Manchester United ha battuto lo Schalke 04 a Gelsenkirchen (Foto Getty)

Il Manchester di Ferguson domina i tedeschi nella semifinale d'andata della Champions disputata a Gelsenkirchen. I gol nella ripresa: sblocca il gallese, raddoppia l'attaccante di Liverpool. Il match di ritorno potrebbe essere solo una formalità. LE FOTO

Soglia l'Album della Champions League

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

I gol della Champions da Sky Sport

Guida tv: così Real Madrid-Barcellona su Sky Sport

LE PAGELLE

SCHALKE 04-MANCHESTER UNITED 0-2
22' st Giggs, 25' st Rooney

Guarda la cronaca del match


di ALFREDO ALBERICO

Il Manchester United, nell'andata delle semifinali di Champions League, ha superato lo Schalke 04 a Gelsenkirchen con il risultato di 2-0. Prova di grande forza offerta dagli uomini di Ferguson, tale da rendere quasi una formalità il match di ritorno in programma la prossima settimana.

All'Auf Schalke Arena in campo sembrano esserci solo i Red Devils. Appare teso, invece, lo Schalke 04, che soffre, e tanto, l'assenza di un vero regista. Nonostante Raul, mica uno qualunque. Non basta nemmeno la spinta incessante del pubblico, oltre 61mila spettatori per il tutto esaurito. Così, mentre gli inglesi governano il gioco con una facilità ed una tranquillità quasi irritante, ai tedeschi risulta complicato, anzi impossibile, affacciarsi dalle parti di Van der Saar, portiere che sogna di chiudere con un trionfo europeo la carriera.

Lo Schalke, dunque, in affanno da subito: difende male e concede tanti spazi agli attaccanti dello United, Rooney su tutti. Il primo brivido ai padroni di casa lo procura proprio il ragazzo di Liverpool, con una parabola quasi impossibile neutralizzata da Neuer. Parata su parata ci si rende conto che senza di lui lo Schalke sarà tutta un'altra squadra nella prossima stagione. Se ne dovrà privare perché Neuer, nato proprio Gelsenkirchen, è a un passo dal Bayern Monaco. Una favola che finisce, quasi una follia, per uno che dei Blu Reale, in vent'anni, è stato ad un tempo tifoso e giocatore. Ne ha appena 25 di anni, ma dalle nostre parti non esiterebbero a definirlo una bandiera. Il merito è soltanto suo se la squadra di Rangnick non va sotto nella prima frazione di almeno due gol.

Mentre Farfan non dà segni di vita, nella ripresa il tecnico di casa prova a dare un po' di ritmo ai suoi inserendo Kluge per Baumjohann ed Escudero per Sarpei. Forze fresche che non riescono ad evitare l'inevitabile: nel suo momento peggiore, si fa per dire, lo United passa. Rooney confeziona il 12° assist stagionale, Giggs realizza il suo 150° gol con i Red Devils. Quanto basta per mandare i tedeschi in tilt. Dopo una manciata di secondi, infatti, Rooney mette il proprio sigillo e di fatto stacca il biglietto per la finale. Real Madrid o Barcellona l'avversario? Beh, qui probabilmente si dovrà attendere più di 90 minuti.

Guarda anche:

Mou e la teoria della Real-tivity: Pep, ecco come ti batto


Commenta nel Forum della Champions League