Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
29 aprile 2011

L'Uefa apre un'inchiesta su Mou, Real e Barça si denunciano

print-icon
mou

José Mourinho è stato espulso per aver applaudito ironicamente l'arbitro (Foto Getty)

E' caos sul clasico di Champions. Sotto indagine finiscono le dichiarazioni dello Special One rilasciate a fine partita e le tre espulsioni. I blaugrana querelano il portoghese. I blancos replicano accusando: sono antisportivi. FOTO E VIDEO

Guarda i video: le emozioni della Champions minuto per minuto

I gol della Champions da Sky Sport

Sfoglia l'Album della Champions League

José Mourinho finisce sotto inchiesta. L'Uefa ha, infatti, aperto una procedura disciplinare nei confronti del tecnico del Real Madrid, in relazione alle "dichiarazioni inappropriate" fatte dal portoghese al termine della semifinale d'andata di Champions League tra Real e Barcellona.

"Questo calcio a volte mi fa un po' schifo", è stata la frase più amara del portoghese nel dopopartita della supersfida, quando ha contestato duramente l'arbitraggio. Il tecnico delle merengues, dopo avere assicurato che la sua squadra, nonostante lo 0-2 , andrà al Camp Nou nella semifinale di ritorno per giocare "con tutto il nostro orgoglio", anche se "ormai siamo eliminati", non ha risparmiato una frecciata al curaro al collega Pep Guardiola.

"E' un allenatore fantastico, ma nel 2009 ha vinto una Champions League che io mi sarei vergognato di vincere, con lo scandalo di Stamford Bridge (contro il Chelsea allenato da Guus Hiddink, ndr). E se vince quest'anno sarà con lo scandalo del Bernabeu. Spero che un giorno vinca una Champions vera, senza scandali".

Del resto, Mourinho ha anche aggiunto: "Non so se dipenda dallo sponsor Unicef o dalle amicizie di Villar in seno alla Uefa, dove lui è vicepresidente. Ma certo il Barcellona ha un grande potere. A noi altri non restano chance". Un vero e proprio attacco frontale che il Barça non ha gradito.

Sotto inchiesta Uefa sono finiti sia il Real  Madrid sia il Barcellona. Per quanto riguarda il Real l'inchiesta è stata aperta per il lancio di razzi, un'invasione di campo, il cartellino rosso a Pepe, l'espulsione di Mourinho e le "dichiarazioni  inappropriate" rilasciate dal tecnico di Setubal ai media dopo la  partita. L'inchiesta nei confronti del Barcellona riguarda l'espulsione del portiere di riserva José Pinto. Entrambi i casi verranno esaminati dalla commissione disciplinare dell'Uefa il 6 maggio.

La denuncia blaugrana - Ma non finisce qui, perché la Giunta direttiva del Barcellona presenterà una denuncia al Comitato di Controllo e disciplina della Uefa perché prenda provvedimenti contro "le gravi accuse di Mourinho". Lo ha annunciato il segretario e portavoce della direzione del club catalano Jordi Freixa. "La motivazione di questa denuncia - ha spiegato - sta nella volontà del presidente (Sandro Rosell) di difendere la storia e il prestigio del nostro club, i suoi soci, i suoi allenatori, i suoi giocatori e i suoi dirigenti". "E' assolutamente inaccettabile - ha concluso Freixa - che qualcuno possa rimettere in discussione la nostra storia, i nostri titoli e perfino il nostro rapporto con l'Unicef".

La replica blanca -
Controffensiva del Real Madrid nella guerra aperta con il Barcellona. Il club delle merengues ha infatti annunciato di voler denunciare all'Uefa la squadra catalana per "condotta antisportiva reiterata": un'iniziativa che segue l'apertura dell'inchiesta da parte del governo europeo del calcio sulle dichiarazioni-accuse del tecnico José Mourinho, e la denuncia dello stesso Barça nei confronti del club e dell'allenatore rivali. "Dopo aver appreso della decisione senza precedenti del Barcellona di denunciare alla disciplinare dell'Uefa l'allenatore del Real Mourinho, il Real annuncia che si vede obbligato di informare lo stesso organismo della condotta antisportiva ripetuta del Barcellona" scrive il club madrileno in una nota ufficiale. Il Real ritiene che i giocatori blaugrana "abbiano simulato di aver subito falli per indurre all'errore l'arbitro e che ha portato alla ingiusta espulsione di Pepe". Il club della capitale spagnola "manifesta il suo sostegno al tecnico" fatto oggetto di una denuncia del Barça e di una procedura disciplinare.



Gioca a Fantacampioni