Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 maggio 2011

Barça-United, l'Europa si fa a Londra. Rooney sfida Messi

print-icon
mes

Wayne Rooney affronta Leo Messi nella finale di Roma del 2009 (Getty)

C'è grande attesa per la finale di Champions League che si giocherà stasera a Wembley alle 20.45. L'inglese cerca la rivincita dopo due anni, l'argentino vuole ripetere la vittoria di Roma. Sono i due bomber che, con Ronaldo, segnano di più. I VIDEO

FOTO - Facce da Champions, i tifosi di Barça e Manchester nel 2009 a Roma - Barça-Manchester United, la notte dei campioni. Due anni fa finì così

di Christian Giordano

Lionel Messi...e Wayne Rooney. Ormai così (bene) abituati alle loro giocate, ai loro gol, che spesso dimentichiamo quanto siano ancora giovani, per quanto ancora possano regnare. Già 146 gol in 320 partite con lo United per Roo, 26 anni a ottobre. Già 179 in 268 per Leo, appena 24enne fra un mese. L'inglese viaggia alla media di 0.46, un gol ogni due partite; l'argentino addirittura a 0.67, due gol ogni tre. Continuando così, riscriveranno tutti i libri dei record.

Solo Cristiano Ronaldo, un '85 come Rooney, è al loro livello, nei numeri e nel palmarès. Stasera sarà proprio CR7 il grande assente. A Roma, due anni fa, c'era, ma non incise. Come Rooney. Incise invece, eccome, Messi. La Pulce che arrampicò in cielo i suoi 169 centrimetri e segnò di testa, fra i giganti Ferdinand e Vidic, un gol storico. Nel suo arsenale manca solo un gol in rovesciata. Come quello che, nel derby di ritorno in campionato, ha svoltato la stagione di Rooney. Fin lì travolto da scandali e infortuni, "Roo" era stato l'ombra di se stesso. Poi è tornato il Rooney di un anno fa. Quello che Capello voleva più vicino alla porta e da cui, ceduto Cristiano Ronaldo al Real, Ferguson voleva più gol. Con l'arrivo di Hernandez e un titolare aggiunto come Berbatov, Rooney è tornato all'antico: il protototipo dell'attaccante totale. Quello che coi Tre Leoni si è visto di rado.

Come Messi con la Selecciòn. Guardiola lo ha reinventato da "dieci largo" a centravanti "alla Messi". Stasera Leo e Wayne si giocano ancora l'Europa, ma la vera sfida sarà il mondo: fra tre anni in Brasile. Non più giovani, e senza scuse.

Guarda anche
Pep avvisa il Barça: "Dovremo giocare meglio di 2 anni fa"
Ferguson cerca la rivincita: "Non finirà come nel 2009"