Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
28 maggio 2011

Barcellona-Man Utd, il campione porta a casa 169 milioni

print-icon
bar

I tifosi del Barcellona a Wembley (Getty)

La finale di Champions tra blaugrana e Red Devils è considerata la più redditizia di tutta la storia del calcio europeo: avrà un valore di 369 milioni diviso tra introiti dei club, crescita delle economie locali e interesse nei Paesi latini. I VIDEO

FOTO - Facce da Champions, i tifosi di Barça e Manchester nel 2009 a Roma - Barça-Manchester United, la notte dei campioni. Due anni fa finì così

Barça-United gol su gol: l'euro-cavalcata fino a Wembley

La finale di Champions League tra Manchester United e Barcellona vale 369 milioni di euro e sarà la più redditizia di tutta la storia del calcio europeo. Questa, secondo uno studio commissionato da MastersCard, è la stima del match che red devils e azulgrana disputano stasera a Wembley. La squadra campione d'Europa, secondo il rapporto Heart of Sports Commerce, avrà un ritorno economico record di circa 126 milioni di euro tra premio ufficiale in denaro, crescita del valore del team, diritti televisivi e aumento della brand equity. La squadra perdente, invece, potrà consolarsi con circa 73 milioni di euro.

Londra, la città ospite, avrà un ritorno economico di 52 milioni di euro. La città della squadra vincitrice avrà probabilmente un ritorno economico di 18 milioni di euro grazie all'aumento del turismo e della spesa locale. L'economia europea dello sport avrà introiti per 100 milioni. L'interesse dell'America Latina per il match inoltre, potrebbe generare un indotto economico fino a 100 milioni.

La finale sarà da record grazie anche alla presenza di due dei marchi sportivi più forti del mondo. La rivista  Forbes, l'anno scorso, ha attribuito al brand Manchester United il valore più alto a livello mondiale, mentre il Barcellona si è piazzato all'ottavo posto nella speciale classifica. Il rapporto prevede che la sfida tra United e  Barça susciterà un interesse senza precedenti da parte dei paesi latinoamericani. Le due squadre finaliste schierano in totale 12 giocatori latinoamericani e, dal momento che si ritiene che il 40% della popolazione del Sud America abbia origini spagnole, l'interesse da parte del continente raggiungerà nuove vette.

Guarda anche
Pep avvisa il Barça: "Dovremo giocare meglio di 2 anni fa"
Ferguson cerca la rivincita: "Non finirà come nel 2009"