Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 settembre 2011

Inter ko, Gasperini: "Momento no". Moratti: "Non si cambia"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Il tecnico dei nerazzurri ha commentato la disastrosa sconfitta contro il Trabzonspor nella prima di Champions League e guarda al futuro: "C'è stata una reazione, faremo meglio". Il presidente: "Non è colpa dell'allenatore, diamogli tempo". IL VIDEO

NEWS - "Napoli, vinci meritando. Emozioni? Macché, io soffro" - Napoli da Champions, 24 anni dopo la notte del Bernabeu - Maggio 2011: EuroNapoli, è di nuovo Champions dopo Maradona

Gioca subito al nuovo Fantacampioni!

LE PAGELLE

"Non siamo in un momento fortunato, questa sconfitta lascia molto rammarico ma la squadra ha la convinzione di aver dato molto e di aver fatto una partita con un impegno notevole". Gian Piero Gasperini, ai microfoni di Sky, commenta così il ko interno nell'esordio in Champions. "La partita di Palermo ha innescato delle critiche notevoli, giuste, ma esagerate nei contenuti. Stasera c'è stata una reazione importante sotto l'aspetto emotivo e anche nel gioco c'è stato un miglioramento notevole. E' una squadra che farà sicuramente meglio, ha delle potenzialità recupererà dei giocatori. L'impegno, la determinazione dei giocatori sono evidenti. Moratti? Nei miei confronti è sempre stato di grande supporto".

Moratti: "Non cambio tecnico" - La sconfitta non è assolutamente da imputare a Gian Piero Gasperini e quindi non ci saranno rivoluzioni all'Inter nei prossimi giorni: è quanto ha chiarito il presidente nerazzurro Massimo Moratti. "Non ci saranno assolutamente cambi nei prossimi giorni - ha spiegato Moratti - anche perché questa sera la squadra non era messa male in campo. Forse non aveva grosso ritmo, forse non aveva quello sprint necessario per vincere, ma non si può dare di questo la colpa all'allenatore". Moratti ha parlato di una squadra "sotto shock" dopo la sconfitta di Palermo, ma ha precisato che la prossima gara contro la Roma non sarà decisiva per il futuro di Gasperini: "Non possiamo metterla sempre su questo piano - ha detto - lasciamo il tempo all'allenatore di lavorare".  E, mentre lasciava lo stadio, i tifosi gli hanno chiesto più volte di cacciare "lo juventino" e cioè Gasperini, che in passato ha allenato a lungo le giovanili della società bianconera.

Sconfitta dell'Inter contro il Trabzonspor. Cosa ne pensi? Discutine nel forum