Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
21 febbraio 2012

Verso il Marsiglia, Ranieri fiducioso: "Non sono a rischio"

print-icon
cla

Caludio Ranieri è fiducioso in vista dell'andata deglo ottavi di Champions (Foto Ansa)

L'allenatore dell'Inter non pensa ad un eventuale esonero in caso di sconfitta in Francia: "Faremo bene. Questa è una squadra che ha bisogno di ultra stimoli e loro sono in periodo super". Nessun indizio sulla formazione, né sull'utilizzo di Sneijder

VIDEO: tutti i gol da Sky Sport - i video effetto stadio

FOTO: tutta la Champions League in un Album - Milan-Arsenal, scontro generazionale a San Siro - Scontri tra tifosi e polizia prima di Milan-Arsenal - Emozioni da ottavi di Champions League

"È un campionato un po' particolare quest'anno, è iniziato male poi ci siamo ripresi e adesso siamo in un periodo negativo. Adesso rinizia la Champions e sicuramente faremo bene": è quanto ha detto Claudio Ranieri alla vigilia della partita di Champions League che l'Inter giocherà mercoledì contro l'Olympique Marsiglia. "Mi fa molto piacere ritrovare Deschamps, è una persona che stimo molto - ha aggiunto - è giusto, come dice lui, che l'Inter è la favorita, perché l'Inter è una grande squadra che ha vinto tutto negli ultimi anni. Ma adesso noi siamo in un periodo negativo, loro in uno superpositivo".

Nonostante il brutto periodo della sua squadra, Claudio Ranieri non pensa di essere a rischio esnonero. "Non mi sento a rischio", ha detto alla vigilia della partita di Champions contro l'Olympique Marsiglia. "Esonero? Non penso a quello che succederà dopodomani, non mi preoccupo dei 'si dice' e cose così. E non chiederò mai ai miei giocatori di giocare per me ma per la squadra e per la maglia". "Aspettate e vedrete", ha aggiunto Ranieri rispondendo a una domanda su Wesley Sneijder.

"È tutto l'anno che cerchiamo le partite della svolta, in campionato penso che faremo alti e bassi, in Champions invece sono partite secche e questa è una squadra che ha bisogno di ultrastimoli per stare in tensione. Mi aspetto una squadra bella, viva e determinata che faccia quello che sa fare", ha aggiunto Ranieri che ha spiegato che "dopo che una squadra ha fatto tantissimo bene, sta nelle cose che ci sia un periodo di stasi". "Abbiamo detto più volte che questa squadra non è vecchia e non è malata - ha concluso - capita in campionato di dover recuperare energie nervose, in Champions invece i campioni escono fuori".