Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
18 aprile 2012

Chelsea-Barcellona, supersfida da corsi e ricorsi storici

print-icon
che

Pep Guardiola e Roberto Di Matteo si rivedono 12 anni dopo: la sfida stavolta è in panchina (Foto Fcbarcelona.com)

Già dodici anni fa Di Matteo e Guardiola si affrontarono, ma in campo. I due sono diventati allenatori: il duello stasera si sposta in panchina. E Xavi e Puyol sono gli unici giocatori rimasti in attività da quella prima sfida del 2000

Stessa coppa, stesse squadre, stessa data. Chelsea e Barcellona si sono affrontate per la prima volta in Champions nell’edizione 1999/2000. Dopo il match d’andata giocato a Stamford Bridge, inglesi e catalani si diedero appuntamento al Camp nou esattamente 12 anni fa: era il 18 aprile 2000 e i Blaugrana dovevano recuperare il 3-1 subìto all’andata. Vinsero i padroni di casa con un netto 5-1 e, anche se i protagonisti dell’epoca non potevano ancora saperlo, fu una sorta di antipasto della semifinale dell’edizione della Champions di quest’anno. In campo, infatti, c’erano gli attuali allenatori delle due squadre. Se all’andata Roberto Di Matteo giocò solo una parte di gara (entrò a 20 minuti dalla fine), al ritorno il tecnico del Chelsea affrontò sul rettangolo verde Pep Guardiola.

La sfida di andata si giocò in uno Stamford Bridge che era a metà tra uno stadio e un cantiere: era appena arrivato Roman Abramovich, milionario russo deciso a trasformare il Chelsea in una grande d’Europa. In quello stadio c’erano anche Puyol e Xavi, unici ‘superstiti’ di quel Barcellona che uscì a un passo dalla finale nel derby contro il Valencia e che in questa edizione è arrivato alla quinta semifinale di seguito. Il Chelsea è alla sesta semifinale in nove anni ed è intenzionato a vendicare il precedente più famoso tra le due squadre. A Stamford Bridge, Chelsea e Barça si incontrarono nella semifinale di ritorno del 2009. Dopo lo 0-0 dell’andata, i padroni di casa andarono in vantaggio con Essien. Abidal venne espulso e i Blues sembravano a un passo dalla seconda finale di seguito, ma il gol di Iniesta in pieno recupero trasformò lo stadio del Chelsea in un catino ribollente di rabbia.

Per Puyol, quella drammatica sfida rappresenta l’unica assenza in Chelsea-Barcellona. Il difensore catalano e Xavi costiuiscono una coppia di ‘fedelissimi’ di questa sfida, diventata ormai un classico. Così come Real-Bayern, che sempre nel 1999/2000 fu semifinale di Champions. Quell’edizione fu vinta proprio dalle Merengues. Ma a Mourinho, visto il risultato dell’andata, il precedente fino ad ora non sta portando bene.