Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
19 aprile 2012

Il Vangelo secondo Di Matteo: "Vinto solo il primo round"

print-icon
che

Il primo round della sfida tra Guardiola e Di Matteo è andato al tecnico di casa nostra (Foto Getty)

Il tecnico del Chelsea, dopo il successo sul Barcellona figlio di un gioco tipicamente all'italiana, carica i blues: "Al Camp Nou non giocheremo per il pareggio. Prima o poi ti regalano un’occasione e bisogna saperne approfittare"

“Il Barcellona prima o poi ti regala un’occasione e bisogna saperne approfittare. La chiave della partita sarà quella”. Ci aveva visto giusto Roberto Di Matteo, che nel sito del Chelsea è ancora indicato come ‘Coach ad interim’. Dopo la vittoria sul Barça, chissà che Abramovich non cambi idea e lo tenga. Nel frattempo,il tecnico italiano si gode la vittoria sulla squadra più forte del mondo, restando con i piedi per terra. "Quando sono arrivato non ci pensavo neanche a poter giocare una semifinale con il Barcellona. Ho cercato di far riacquistare un po' di fiducia e spirito di gruppo a questa squadra".

La ricetta di Di Matteo? Chiusura lampo in difesa, centrocampo folto e contropiede. Era l’unico modo per battere il Blaugrana, come ammette l’allenatore stesso a fine gara. “Didier Drogba ha sublimato il nostro lavoro, ma questa è una vittoria di tutti, figlia dello spirito di sacrificio e dell’attenzione. Le chance restano quelle di prima: cinquanta e cinquanta. Ora dobbiamopensare al secondo round e cercare di ripetere questa prestazione. A Barcellona sarà ancora più difficile, ma crediamo nelle nostre possibilità”. L’ambiente dei Blues è carico in vista della sfida del Camp Nou. E Di Matteo non vuole farsi cogliere impreparato alla partitissima contro gli ‘alieni’ di Guardiola. “Con loro ci vuole anche un pizzico di fortuna. I miei giocatori adesso ci credono, senza crederci non è possibile arrivare a questo punto e giocare in questo modo. Al ritorno, comunque, non giocheremo pensando solo al pareggio".

E se Drogba spiega che “La sconfitta di tre anni fa ci ha insegnato tanto”, Frank Lampard rivela: “Ci è servita la lezione delle due gare con il Milan”. Insomma, c’è una buona fetta di Italia in questo primopasso del Chelsea verso la finalissima dell’Allianz. E Monaco potrebbe voler dire riconferma sulla panchina per l’ex giocatore del Chelsea. "Non ci penso neanche, non si tratta di me, ma di questa grande società. Vogliamo la finire stagione il meglio possibile".