Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
05 dicembre 2012

Buona l'ultima di Alessio, Pirlo solita certezza. Le pagelle

print-icon
esu

La gioia dei giocatori della Juventus dopo l'autorete di Kucher che ha regalato il primo posto nel girone (Getty Images)

La vittoria della Juventus a Donetsk ha come artefice principale Antonio Conte, alla sua ultima partita da squalificato. Ottima la prova di Giovinco, Bonucci e Vidal. Pogba da rivedere

Alessio/Conte
Per celebrare l'ultima volta di Alessio in panchina il regista ucraino gli riserva trattamento da star. Chiude il periodo di supplenza da trionfatore: una Juventus fuori dall'Europa sarebbe stata un'ingiustizia tecnica. Ma il grande merito va all'Artefice Conte che dall'alto ha guidato tutto.

Giovinco
È l'arma poco segreta, ma straordinariamente efficace della Juventus. Operazione chiusa con successo, anche la partecipazione nell'azione del vantaggio è stata decisiva. Come accade sempre più spesso in questa stagione, dove pure deve sopportare agguerritissima concorrenza.

Bonucci
Esce dall'area con la sicurezza dei grandi. E la squadra ne riceve grandissimi benefici straordinari. Il processo di maturazione continua. Con Chiellini e Barzagli forma uno dei reparti difensivi più forti d'Europa, Buffon fa il resto. Con basi così solide, non si può fallire.

Vidal
A centrocampo l'assenza di Marchisio non passa inosservata: tocca un supplemento di lavoro che Vidal assolve con dedizione assoluta e altrettanta efficacia. Prova anche l'assist, tanto per dimostrare che quantità e qualità possono tranquillamente convivere. Un'altra conferma.

Pirlo
Lunghissima vita (sportiva) ad Andrea Pirlo. Marcarlo a uomo o costruirgli intorno una barriera sono le alternative che gli avversari puntualmente provano per fermarlo. Tutto inutile: è grande anche quando c'è da difendere. È sempre nel posto giusto, al momento giusto.

Pogba
Rappresenta il futuro, ma il presente inciampa ancora nell'inesperienza. A 19 anni tutto si perdona, scommettendo su progressi che faranno di questo ragazzo un campione di primissima fila. È stato l'affare dell'anno, in primavera la sua freschezza sarà indispensabile.