Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 marzo 2013

Juve, piano perfetto: ai quarti con il minimo sforzo

print-icon
spo

La Juventus si è qualificata per i quarti di finale della Champions League: Celtic battuto anche al ritorno (Foto Getty)

Dopo lo 0-3 di Glasgow , i bianconeri si sono aggiudicati per 2-0 anche il ritorno degli ottavi. Di Matri e Quagliarella i gol. Conte punta su un ampio turnover e allunga a 18 partite l'imbattibilità in Champions

JUVENTUS-CELTIC 2-0
26' Matri, 66' Quagliarella

Guarda la cronaca del match


LE PAGELLE

Tutto secondo i piani. Dopo lo 0-3 ottenuto in casa del Celtic, per la Juventus era (quasi) una formalità il passaggio ai quarti della Champions League. Ma gli insaziabili bianconeri, pur non giocando il solito calcio ad alta intensità, sotto una pioggia battente si sono aggiudicati anche il match di ritorno: 2-0, con i gol di Matri e Quagliarella. Uno per tempo.

Turnover la parola d'ordine - Conte ha puntato su un logico turonver, con Quagliarella rispolverato nell'attacco titolare. In mezzo alla difesa una chance è stata data a Marrone (prova molto positiva), mentre a centrocampo Padoin e Peluso sono stati preferiti ad Isla e Asamoah sulle fasce. Pogba e Vidal, infine, gli interni accanto a Pirlo.

La partita - Gli scozzesi c'hanno provato, almeno in avvio. Buona personalità degli uomini di Lennon, che, agevolati da un'inaspettata difficoltà degli avversari nel possesso palla, un paio di occasioni sono riusciti a confezionarle. Vuoi per il suo metro e novanta di altezza, vuoi per la sua progressione nella corsa, è Samaras la maggiore insidia per i bianconeri. Ma quando Matri sblocca (un gol alla Paolo Rossi, come ha ammesso lo stesso Pablito nello studio di Sky Sport ), il Celtic si sgretola. Fino al raddoppo di Quagliarella i padroni di casa rischiano poco o nulla. Dal 2-0 alla conclusione, invece, è pura accademia.

Un po' di numeri - Sono 2 i gol di Matri realizzati nel doppio confronto con gli scozzesi. Niente male per uno che in estate sembrava destinato a lasciare Torino; 3 le squadre ancora imbattute in Champions: oltre a Borussia e Schalke 04 (che però deve giocare il ritorno degli ottavi), c'è proprio la Juventus. Per essere precisi, la formazione italiana non conosce sconfitta da 18 partite in Europa. Imbattibile è anche Buffon, da ben 490 minuti. Nel complesso regge bene tutta la difesa, che finora ha incassato 4 gol; 4 sono anche le reti firmate Quagliarella in questa edizione e realizzate in 5 partite (in generale ha una media di un gol ogni 94 minuti). Infine, 5 le vittorie consecutive dei bianconeri nell'euro-stagione.

Sicurezza Pogba
- Incredibilmente duttile: dove lo metti lui gioca. Gioca bene, s'intende. Al fischio d'inizio è alla sinistra di Pirlo, alla fine chiude davanti alla difesa. E non sbaglia praticamente nulla. A vent'anni non ancora compiuti, il francese si conferma il miglior acquisto di oggi e di domani. Un'arma in più per una squadra sempre compatta ed equilibrata. La Juve comincia a fare davvero paura. Anche in Champions.