Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
01 aprile 2013

Ibrahimovic contro Messi, sale la febbre a Parigi

print-icon
mes

Bayern Monaco-Juve e Psg-Barcellona: lo show della Champions continua con i quarti di finale

Lo spettacolo sta per cominciare: domani sera il Psg ospita il Barcellona per l'andata dei quarti di Champions League. "Loro sono i migliori, ma i miei giocatori daranno il 200% in campo", assicura il presidente del club parigino

Ibra ci sarà, grazie allo sconto ottenuto dal Psg, ora vogliono esserci anche loro: sono 700.000 i biglietti richiesti nel weekend dai tifosi francesi, a caccia disperata di un posto al Parco dei Principi. Chi non salterà di sicuro l'appuntamento di domani sera è il presidente del club parigino, Nasser al-Khelaifi, pronto per quella che definisce "Molto più di una partita. Una sfida immensa".

Nessuno come il Barcellona - La squadra spagnola è semplicemente la più forte, questo Nasser al-Khelaifi lo sa bene: "Ovviamente siamo realisti, affronteremo la squadra migliore del mondo", ammette a l'Equipe, "Ma credetemi, i giocatori daranno il 200% in tutti i 90', perché quella che disputeranno sarà più di una partita di calcio. Si tratta di una sfida immensa".

Ancelotti e Beckham non si muovono - La panchina non cambia, il presidente del Psg è chiaro: "Non capisco perché tutti si interroghino sul futuro di Ancelotti. C'è quello che dicono i giornali e ci sono i fatti: è sotto contratto ancora per un anno". D'altronde, la stagione è più che positiva: "Abbiamo sette punti di vantaggio sull'Olympique e siamo nei quarti di finale di Champions League e Coppa di Francia, ha fatto un buon lavoro", spiega al-Khelaifi. Stesso copione per Beckham: "Vogliamo tenerlo con noi anche la prossima stagione, è fantastico sul campo e fuori, ne parleremo con lui. Talvolta si fanno cattive scelte, ma ingaggiare David è stata una delle nostre decisioni migliori. Come uomo, giocatore, ambasciatore, è eccezionale. Crea qualcosa nel gruppo, tutti lo adorano".