Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
11 aprile 2013

Messi, l'infortunio si aggrava. Ancelotti: "Orgoglio Psg"

print-icon
mes

Leo Messi resterà fuori dal campo di gioco per qualche settimana (Getty)

Lo sforzo prodotto nel match di ritorno dei quarti di finale di Champions costringerà l'argentino del Barça a restare lontano dai campi per qualche settimana. L'allenatore italiano ringrazia i suoi su Twitter. Sempre più insistenti le voci sul Real

Il Barcellona affronterà la gara di Liga di domenica contro il Saragozza senza Lionel Messi, che ieri, giocando la partita di ritorno dei quarti di finale di Champions League contro il Psg (1-1), ha aggravato il suo infortunio al bicipite femorale destro, subito della gara d'andata a Parigi. Il pareggio di ieri sera comunque, ha permesso al Barcellona di conquistare, per il sesto anno consecutivo, la semifinale di Champions. Il gol del pareggio inoltre, a firma di Pedro, è stato realizzato grazie al passaggio perfetto della 'pulce' a Villa, poi depositato ai piedi dell'attaccante spagnolo. "Messi è molto importante per la squadra e questa settimana ha davvero dato tanto.  Dobbiamo ringraziarlo per il suo contributo", ha poi dichiarato Pedro a fine partita. Messi dunque resterà fuori dal campo per qualche settimana, probabilmente fino alla semifinale di Champions League.

Ancelotti ringrazia
- "Orgoglioso dei miei giocatori e felice di quello che abbiamo fatto. Adesso pensiamo al campionato. Grazie a tutti". Con queste parole, tramite Twitter, il tecnico del Psg, Carlo Ancelotti, torna sull'1-1 di ieri al Camp Nou di Barcellona nel ritorno dei quarti di finale di Champions League. In semifinale, in virtù del 2-2 dell'andata a Parigi, vanno i catalani, ma il Psg di Ancelotti è uscito a testa alta dimostrando di potersela giocare alla pari con una grande del calcio europeo.

Di nuovo avversari? -  E la sfida dell'attuale allenatore del Psg con i bluagrana potrebbe non esaurirsi qui. Si fanno sempre più insistenti le voci sull'arrivo dell'italiano sulla panchina del Real Madrid che dovrebbe essere, invece, lasciata da Mourinho. "Mai dire mai" è la frase che Ancelotti scrisse nella sua autobiografia sull'ipotesi Real Madrid: "Un giorno ci troveremo", gli promise Florentino Perez. Quel giorno potrebbe presto arrivare.