Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 aprile 2013

Mourinho: "Un duro colpo". Ma Klopp predica calma

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

Il tecnico portoghese ammette la sconfitta, nettissima, contro il Borussia: "Loro hanno giocato una partita incredibile, hanno meritato". Il tedesco replica così: "Non dobbiamo impazzire di felicità, c'è ancora il ritorno"

Una vera mazzata. Per Mourinho, all'inseguimento della terza Champions con tre squadre diverse e della decima da regalare al Real, la sconfitta è pesante e dura da digerire. Eppure riesce ad ammettere che il Borussia ha meritato: "Ha vinto la squadra migliore", commenta il tecnico delle merengues al termine della semifinale.

"E' un duro colpo, ma meritato. In ogni gol subito abbiamo sbagliato noi. Erano tutte situazioni controllabili - continua Mourinho - e invece le abbiamo sbagliate. Non riesco a dare una spiegazione. Certo loro sono stati più aggressivi e noi non siamo riusciti a contrastarli. Il Borussia ha giocato una partita incredibile, quando le cose non girano bene sull'impostazione della palla difficile arrivare lontano. E' tutto difficile da spiegare e da accettare. Non credo si sia trattato di un problema fisico, noi siamo arrivati qui nella migliore condizione. Abbiamo sbagliato a livello di mentalità e di concentrazione, e siamo stati penalizzati da questi aspetti. Loro hanno giocato a livello individuale meglio di noi e sfruttato tutte le occasioni che hanno avuto per segnare. Sono stati efficaci e intensi a livello di gioco".

"Ora il mio Borussia deve stare attento a non impazzire di felicità dopo una vittoria del genere", la replica di Klopp. "Fortunatamente ho l'esperienza necessaria - aggiunge - per sapere che dobbiamo giocare la partita di ritorno". Poi un elogio a Goetze, che sul campo non ha risentito del clamore attorno al suo nome suscitato dalla notizia del suo passaggio al Bayern nella prossima stagione. "Sono orgoglioso di Goetze - dice -, che ha fatto una grande partita, e del nostro pubblico per come ha reagito di fronte a questa situazione".