Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
06 novembre 2013

Higuain si prende il Napoli, Marsiglia ko 3-2 al San Paolo

print-icon
hig

Gonzalo Higuain ha firmato una doppietta nel 3-2 del Napoli al Marsiglia

Gli azzurri vanno sotto, soffrono, ma alla fine riescono a battere i francesi grazie a un gol di Inler e a una doppietta dell'argentino. La squadra di Benitez è ora prima nel suo girone con l'Arsenal a quota 9

NAPOLI-MARSIGLIA 3-2
10' A. Ayew (M), 22' Inler (N), 24' e 75' Higuain (N), 64' Thauvin (M).

Guarda la cronaca del match


Nel segno del Pipita. Gonzalo Higuain è guarito e il Napoli può tornare a volare. L’argentino si mette definitivamente alle spalle il periodo grigio che ha caratterizzato l’inizio della sua avventura in azzurro firmando la doppietta che permette agli azzurri di continuare a tenere vive, con ottimismo, le opzioni di qualificazione agli ottavi di finale nel gruppo F, che si sta dimostrando quello più duro di questa Champions League. Higuain è sempre più l’uomo di riferimento di questo Napoli: tre gol in tre partite in questa edizione della Champions. La sua presenza in campo si fa sentire per i compagni quanto per gli avversari.

Napoli-Marsiglia finisce 3-2, ma che sofferenza per gli uomini di Benitez. Lo spagnolo da vita al suo ormai consueto turn-over, fuori Behrami e Hamsik, dentro Dzemaili e Pandev. Ma i risultati all’inizio non sono dei migliori. Non tanto per gli uomini in campo, quanto per le disattenzioni che permettono al Marsiglia di essere pericoloso quanto si porta dalle parti di Reina. Non c’è da meravigliarsi allora se le reti del momentaneo 0-1 e 1-2 francese vengano da due amnesie nell’area piccola azzurra. Però il Napoli ha dimostrato ancora una volta quanto stia diventando forte, in campo come nella mentalità.

Già perché il gol dell’1-1 di Inler e la doppietta con cui Higuain ha firmato prima il momentaneo 2-1 e poi il 3-2 finale sono frutto proprio della determinazione che Benitez sta, con il tempo, cercando di inculare alla sua squadra. Una squadra che pensa in grande e vuole diventare sempre più grande. In Champions come in campionato. E domenica c’è la Juve. Nel frattempo il Napoli si gode un meritato quanto sofferto primo posto, in condivisione con l’Arsenal, a quota 9 nel gruppo F. La qualificazione è ancora lontana, ma il San Paolo può continuare a sognare.

Problemi fuori dallo stadio -
Un bus con a bordo una cinquantina di tifosi dell'Olympique Marsiglia diretti al San Paolo è stato fermato dalla polizia lungo il tragitto verso lo stadio. A bordo i poliziotti hanno trovato nascoste nei vani diverse armi tra cui accette, martelli e anche dei machete. Ha subito seri danni invece il bus su cui viaggiava l'ultimo gruppo di tifosi francesi giunto nello stadio pochi minuti prima dell'inizio della partita. Il veicolo, bersagliato da un fitto lancio di fumogeni ha riportato la distruzione del parabrezza frontale di destra e di tutta la fiancata destra. Un vetro centrale mostra un foro di grosse dimensioni, provocato da un fumogeno o da un altro oggetto. Non è andato meglio a un militare americano della Nato. Scambiato per un tifoso del Marsiglia, ma in realtà simpatizzante del Napoli, è stato ferito alla testa da un lancio di pietre di cui è rimasto vittima nei paraggi dello Stadio. Il tifoso americano - secondo alcune testimonianze - è stato spogliato della maglia del Napoli che indossava da alcuni giovani che si sono dati alla fuga. Il giovane ha fatto poi il suo ingresso nel settore ospiti a torso nudo e scortato dalla polizia fino al presidio medico dove gli sono state prestate le prime cure. Le sue condizioni non sono gravi.