Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
31 marzo 2014

Messi contro Diego Costa. In Champions è già derby di Spagna

print-icon
com

Scontri affascinanti tra corazzate nell'andata dei Quarti: si comincia con Barcellona-Atletico Madrid e col match tra Bayern e United. Il Real dovrà vedersela con il Borussia mentre il Chelsea dovrà stare attento al Psg di Ibra

Rooney contro Robben, Messi contro Diego Costa, Ronaldo contro Lewandowski e Ibrahimovic contro Hazard. E' anche il confronto del gol tra i campioni delle squadre più forti d'Europa il leit motiv dei quarti d'andata della Champions League.

La Champions reclama i riflettori con scontri affascinanti tra corazzate che giocano e segnano divertendo gli appassionati di tutto il mondo. Il proscenio tocca al derby spagnolo tra Barcellona e Atletico, le prime due della Liga che hanno scavalcato il Real Madrid. Due squadre che giocano a memoria: più armonico il fraseggio catalano con Messi che è tornato in forma e ha deciso le ultime partite, tra cui il Clasico e il derby con l'Espanyol. Il Barça sembra avere superato qualche intoppo nell'ultimo mese, ma sarà un'impresa stendere l'Atletico, sorpresa d'Europa con Diego Simeone allenatore emergente, appetito dai club milionari.

L'argentino ha costruito una macchina da guerra oliata e registrata in tutti i reparti, con un grande carattere e un campione come Diego Costa, un attaccante abile, tecnico, furbo, che è ormai diventato una stella mondiale e che frutterà in futuro un capitale al club, com'è capitato in passato con Torres, Aguero e Falcao.

Molto interessante, anche se meno equilibrata, l'altra sfida tra lo United di Mosey, in stagione travagliata e discontinua, e il Bayern perfetto di Guardiola che ha frenato un po' solo nell'ultimo turno di Bundesliga (con lo scudetto già in tasca conquistato pareggiando 3-3 con l'Hoffenheim). I Red Devils hanno fatto l'impresa rimontando negli ottavi l'Olympiacos con una tripletta di Van Persie, che sarà pero' out. A prendere in mano la squadra sarà ancora Rooney, tornato in grande forma. Il Bayern sarà senza Thiago Alcantara, ma e nettamente favorito nella doppia sfida.

Domani il Real Madrid affronta un'altra tedesca: il Borussia Dortmund non è quello che ha conquistato la finale l'anno scorso e rischia di fare la stessa fine dello Schalke negli ottavi. Ma Ancelotti farà bene a diffidare: nella scorsa stagione i tedeschi hanno vinto nel primo girone, poi hanno creato la sorpresa eliminandoli nelle semifinali grazie al 4-1 d'andata con poker di Lewandowski.

Tempi duri per il Chelsea di Mourinho che sta perdendo colpi in Premier con le piccole (ko con Aston Villa e Crystal Palace dopo avere stangato 6-0 l'Arsenal) e deve ricorrere a tutte le sue abili strategie per non soccombere nel doppio confronto col Psg. Mercoledì si comincia a Parigi con i padroni di casa che hanno schiantato il Leverkusen negli ottavi e in Ligue1 vengono da sette successi consecutivi sulla scia delle prodezze stagionali di Ibra e Cavani.