Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 aprile 2014

Carletto e Pep, la grande vigilia ruota attorno a CR7

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'allenatore del Bayern augura al portoghese di farcela: "La gente viene allo stadio per vedere giocare i migliori". Ancelotti prudente: "Se c'è anche il minimo rischio di ricaduta, non scenderà in campo"

Vigilia di conferenza stampa per Carlo Ancelotti prima della semifinale d'andata contro il Bayern Monaco. Fari puntati su Cristiano Ronaldo, assente da due settimane: "Si è allenato normalmente, domani mattina sosterrà il provino decisivo. Se c'è anche il minimo rischio di ricaduta, non scenderà in campo". Poi ha rifiutato il ruolo di favorito della sfida: "Il Bayern è campione uscente ed è una squadra fortissima, è normale che i favoriti siano loro". Per il resto della formazione, Ancelotti ha confermato che Coentrao giocherà da titolare a sinistra, mentre Marcelo partirà dalla panchina.

Guardiola, che non ha mai perso da allenatore al Santiago Bernabeu, spera di vedere in campo Cristiano Ronaldo: "La gente viene allo stadio per vedere giocare i migliori - ha detto nella conferenza stampa della vigilia -. I miei numeri al Bernabeu? Sono solo statistiche. Per rimanere imbattuto serve una grande gara". Guardiola ha parlato anche del momento difficile di Messi: "La mia repitazione di lui è talmente alta che non può cambiare in base al fatto che vinca o perda, che stia bene o male. Non ho mai visto un giocatore come Messi e mai lo vedrò".