Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
03 novembre 2014

Ancelotti: "Balo, se ne parla troppo". Sul rinnovo: "Presto"

print-icon
anc

Carlo Ancelotti e il Real pronti ad affrontare il Liverpool nella 4.a giornata della fase a gironi della Champions (Foto Getty)

Alla vigilia della partita di Champions contro il Liverpool , l'allenatore del Real Madrid dice la sua su Balotelli , osservato speciale della sfida: "Ha qualità, spetta al tecnico trovare la chiave giusta". E sul suo futuro: "C'è tempo, ma voglio restare"

"Si parla troppo di Balotelli". Carlo Ancelotti e il Real Madrid si preparano a ricevere il Liverpool nella quarta giornata della Champions League. I Reds si presenteranno al  Santiago Bernabeu per riscattare il pesante 0-3 incassato due settimane fa. Nella formazione inglese, Mario Balotelli sarà un osservato speciale. All'andata, l'attaccante italianoè stato pesantemente criticato in Inghilterra per il gesto compiuto alla fine  del primo tempo: con la sua squadra sotto di 3 gol, Super-Mario ha scambiato la propria maglia con quella di Pepe, difensore del Real.

La "maglia" dello sc andalo... - "Si assiste spesso allo scambio di maglie tra avversari durante l'intervallo di un match. Non lascerei fuori Marcelo per una cosa del genere", dice Ancelotti, spezzando una lancia per Balotelli. "Mario ha qualità, ma è arrivato in una squadra che soffre per la mancanza di giocatori importanti come Suarez", dice riferendosi all'attaccante  uruguayano che i Reds hanno ceduto al Barcellona durante l'estate. "L'allenatore ora deve trovare la chiave, con Balotelli ha le stesse difficoltà che ha con gli altri calciatori nuovi", aggiunge.

E sul contratto - "Il rinnovo del contratto non è un  problema, c'è tempo per parlare. E io voglio restare". Carletto non ha fretta di discutere il proprio futuro con il Real. E  in ogni caso non ha nessuna intenzione di fare i bagagli per lasciare il Santiago Bernabeu alla scadenza dell'attuale accordo. "Sono vincolato per un altro anno e mezzo", ricorda. Si parla di contatti tra la dirigenza del Real e l'entourage dell'allenatore. "Io -chiarisce Ancelotti- non ho un entourage. Il rinnovo non è un problema, c'è tempo per parlarne e comunque ho già detto cosa vorrei fare: se il club è soddisfatto di me, voglio andare avanti".