Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
24 novembre 2014

Garcia: "Il destino è nelle nostre mani, vogliamo vincere"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'allenatore della Roma vuole chiudere il discorso qualificazione agli ottavi già nella sfida contro i russi. "Ci sono squadre più forti in europa ma noi siamo sempre gli stessi. Avremmo firmato per passare il turno alla quinta gara del girone"

"La Roma è sempre stata la stessa, non c'è una Roma un giorno e una un altro giorno. C'è da fare una riflessione su alcune gare, ma esistono squadre più forti di noi in Europa. E' ovvio che siamo concentrati sulla partita di domani e non  sulle quattro che sono già state giocate. Domani noi e il Cska Mosca abbiamo il destino nelle nostre mani, abbiamo il vantaggio del risultato dell'andata ma non aspetteremo niente e faremo di tutto per vincere la gara di domani anche se sappiamo che sarà difficile". Lo ha detto in conferenza stampa, il tecnico della Roma, Rudi Garcia a Mosca, in vista della sfida di Champions contro il Cska.

"Al sorteggio nessuno pensava che dopo 4 gare fosse possibile per la Roma, vincendo la quinta gara, superare il girone. Vuol dire che abbiamo fatto il nostro e dobbiamo soprattutto continuare a farlo sin da domani. Dopo la vittoria con il Cska all'Olimpico non è che arriviamo qua con minore umiltà. Questa sarà una'altra gara, anche il pareggio potrebbe lasciare il destino nelle nostre mani, ma non cambia, giocheremo per vincere come sempre in casa e in trasferta", aggiunge il tecnico della Roma che non vuole tracciare un bilancio delle ultime trasferte della sua squadra. "Fare un bilancio dopo aver giocato in trasferta con il City, il Bayern e il Napoli è riduttivo. La Roma è seconda in campionato e si può qualificare in Champions, ha fatto, non tutto perfetto, ma abbastanza bene per essere in corsa per tutto".