Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
25 maggio 2015

Barzagli, lesione muscolare. Allegri: "Come Lippi a Berlino"

print-icon
all

Massimiliano Allegri fiducioso per la finale di Berlino (Getty)

Il difensore, uscito nel primo tempo della partita contro il Napoli, ha riportato una lesione di 1° grado al retto femorale destro. Può farcela per la finale di Champions. A tal proposito Allegri: "Siamo fiduciosi, prepariamo la partita in serenità"

Il difensore della Juventus, Andrea Barzagli, uscito tra il primo e il secondo tempo della gara contro il Napoli a causa di un fastidio muscolare, questa mattina è stato sottoposto ad accertamenti. La risonanza magnetica ha evidenziato "una lesione di primo grado al retto femorale destro". Il difensore inizierà immediatamente le terapie e le sue condizioni verranno quotidianamente monitorate, allo scopo di renderlo disponibile per la finale di Champions League del 6 giugno prossimo a Berlino.

"Speriamo di ripetere quello che ha fatto la Nazionale nel 2006" vincendo il Mondiale a Berlino. E' il sogno di Massimiliano Allegri, tecnico della Juventus, in vista della finale di Champions. "Vincere ai rigori come l'Italia di Lippi? Sarebbe bello anche vincere a un minuto dalla fine, perché con quelli lì... - aggiunge Allegri -. E' una finale, e di sicuro col Barcellona è meglio giocarci una partita secca, in cui può succedere di tutto, piuttosto che due".

Per la Juventus alzare la Champions dopo aver già conquistato scudetto e Coppa Italia sarebbe il coronamento di una stagione fantastica. "Lo spero, lo sperano tutti gli italiani. Ma la partita è molto facile da preparare, era più difficile preparare la finale di Coppa Italia - sottolinea Allegri -. Dobbiamo essere fiduciosi, siamo arrivati in fondo, meritatamente, passando da partite difficili. E ora ci prepariamo a questa finale che riporta il calcio italiano ad alti livelli. Poi, se saremo bravi, e anche un pizzico fortunati...".

"Dobbiamo essere bravi a preparare la gara in totale serenità, sapendo quali difficoltà troveremo - conclude il tecnico bianconero dopo aver ricevuto al salone d'onore del Coni il 'Premio Nazionale Enzo Bearzot', promosso dall'UsAcli -, ma bisogna giocarla alle 20:45 del 6 giugno, non prima. I ragazzi hanno dato dimostrazione di grande professionalità e voglia, a livello europeo siamo cresciuti molto, abbiamo una grande consapevolezza dei nostri mezzi. Siamo fiduciosi".

"L'anno prossimo il campionato sarà molto più equilibrato, non è scontato vincere 5 scudetti di seguito, sarà complicato, anche perché le avversarie si rinforzeranno sul mercato e avranno voglia di rivalsa, e noi dovremo essere pronti, con le motivazioni giuste e forti per dare dimostrazione che vogliamo fare un'altra annata straordinaria. Dovremo essere bravi a vincere questo 5° scudetto che sarà il primo obiettivo della prossima stagione".