Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
15 settembre 2015

Esordio Roma, Garcia: "Barcellona immenso. Noi ambiziosi e fermeremo Messi"

print-icon
[an error occurred while processing this directive]

L'argentino è il campione ovviamente più temuto, ma il tecnico giallorosso è sicuro: "Nessun piano anti-Leo, serve piuttosto il collettivo. Noi saremo umili, ma vogliamo qualificarci". E De Rossi: "A Roma Luis Enrique ha dimostrato di non essere certo uno scemo..."

"Il Barcellona è una squadra immensa, è campione in carica, ha vinto le prime tre partite in Liga, ma non serve dire grandi cose di questa squadra, tutti la conoscono. Noi giocheremo con umiltà, ma anche con ambizione". Così Rudi Garcia alla vigilia dell'esordio della Roma in Champions all'Olimpico col Barcellona. "Vogliamo qualificarci e per farlo daremo il massimo nelle sei partite che ci aspettano nel girone - spiega il tecnico, che aggiunge - "giocheremo col rispetto che merita il Barça, ma l'obiettivo è fare un risultato positivo".


Strategia anti-Messi
- Rudi Garcia prosegue: "Non c'è un piano anti-Messi, le cose si risolvono sul piano collettivo". Nessuna gabbia, piuttosto un lavoro di squadra per limitare al massimo le giocate dell'asso del Barcellona. Questa la tattica con cui la Roma del francese affronterà i campioni in carica della Champions League. "Sappiamo che ci sarà da soffrire, ma non intendiamo difenderci per tutta la partita. Dovremo usare bene la palla per mettere in difficoltà il Barcellona, essere bravi a uscire col pallone, quando si potrà" conclude Garcia.

De Rossi ricorda Luis Enrique
- Alla conferenza stampa c'è anche Daniele De Rossi, che fa un riferimento a Luis Enrique, suo ex allenatore: "Fortunatamente altrove è riuscito a dimostrare che non era certo uno scemo come lo facevate passare qui a Roma". Il mediano, ricordando la stagione dell'asturiano a Roma, aggiunge: "Con lui c'è stata una valutazione dell'uomo e dell'allenatore particolare, come sempre avviene qui. Poi (rivolgendosi ai giornalisti) c'è stata scarsa sponsorizzazione da parte vostra perchè evidentemente non avevate interesse a sponsorizzarlo...".