Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
31 ottobre 2016

Juventus, contro il Lione si punta al primo posto

print-icon
all

L'allenatore della Juventus Massimiliano Allegri (foto Getty)

La squadra di Allegri, dopo il prezioso successo in trasferta a Lione, potrebbe sperare già nel passaggio alla fase successiva regolando i conti con i francesi in casa. Più complicato il cammino del Napoli, che dovrà fare punti a Istanbul contro il Besiktas

Sarà l'olandese Bjorn Kuipers ad arbitrare mercoledi sera Juventus-Lione, il fischietto orange ha già diretto i bianconeri in Champions giusto un anno fa, il 3 novembre, contro i tedeschi del Borussia Moenchengladbach nella gara giocata in Germania e terminata 1-1.

Juventus-Lione, Siviglia-Dinamo Zagabria - Il quarto turno della Champions, in programma martedì e mercoledì, regala emozioni e prospetta situazioni diverse per le due italiane: la Juve sente aria di promozione, potendo regolare definitivamente i conti con il Lione dopo il prezioso successo esterno. I francesi hanno dato segni di ripresa vincendo a Tolosa con doppietta di Lacazette, ma se non prendono punti saranno fuori, perché difficilmente il Siviglia non batterà in casa la Dinamo Zagabria. A quel punto i bianconeri e il Siviglia potranno contendersi il primo posto negli ultimi due turni.

Besiktas-Napoli - Ben più complicato il cammino del Napoli, dopo l'harakiri casalingo col Besiktas e la sconfitta con la Juventus in Serie A, che sta minando le certezze dei partenopei. La squadra di Sarri dovrà fare punti nella trasferta col Besiktas (apparso appannato nel pari ottenuto in campionato) anche perché nell'altro incontro del girone B il Benfica dovrebbe superare la Dinamo Kiev, col vantaggio di sapere già il risultato di Istanbul (si gioca alle 18.45).

Manchester City-Barcellona - L'incontro più spettacolare e delicato è quello di Manchester: il City deve scuotersi e provare a battere il super Barça (che si è riposato battendo di misura il Granada), visto che il Moenchengladbach è favorito nella gara col Celtic. Se non vince Guardiola (che vuole vendicarsi dei suoi ex dopo la lezione subita nell'andata) rischia di ritrovarsi al terzo posto, ma l'ampia vittoria col West Bromwich potrebbe avere sancito l'uscita dalla crisi dei Citizens.

PSV-Bayern Monaco, Atletico Madrid-Rostov - Interessante l'impegno del Bayern di Ancelotti, che ha ripreso a macinare risultati dopo una fase di involuzione. In Bundesliga ora marcia speditamente, e vuole tenere sotto tiro l'Atletico nel gruppo D, andando a vincere a Eindhoven col Psv. Gli spagnoli, che in Liga sono piuttosto alterni, non dovrebbero faticare a sbarazzarsi del Rostov.

Legia-Real, B. Dortmund-Sporting Lisbona, Copenaghen-Leicester, Porto-Bruges - Quasi una formalità il compito del Real Madrid, con Ronaldo autore di una tripletta in Liga, che nel gruppo F gioca in casa del Legia, ancora a zero punti come Bruges e Dinamo Zagabria. Il Borussia Dortmund, che sta stentando parecchio in Bundesliga, può timbrare la qualificazione superando lo Sporting Lisbona. Un'altra squadra che eccelle in Champions ma balbetta in campionato è il Leicester di Ranieri, che può qualificarsi in anticipo se ottiene il quarto successo a Copenaghen. Sempre nel gruppo G può spiccare il volo il Porto, in caso di vittoria contro il Bruges.

Ludogorets-Arsenal, Basilea-Psg, Tottenham-Leverkusen, Cska-Monaco - A braccetto verso la qualificazione dovrebbero andare, nel gruppo A, Arsenal e Psg: serve un successo in trasferta in casa di Ludogorets e Psg. Maggiore equilibrio si registra nel gruppo E, con le quattro squadre in tre punti. L'incontro più delicato è quello tra Tottenham e Leverkusen, chi perde rischia di restare pesantemente attardato se il Monaco batte in casa il Cska fanalino di coda.