Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 novembre 2016

Sarri: "Niente calcoli, dobbiamo fare risultato"

print-icon

Alla vigilia della sfida del San Paolo contro la Dinamo Kiev, l'allenatore del Napoli non vuole cali di tensione: "E' una squadra difficile da affrontare, noi abbiamo un obiettivo e faremo di tutto per raggiungerlo"

"La sfida contro la Dinamo Kiev non sarà facile: è una squadra difficile da affrontare. Nel girone di Champions non è stata molto fortunata, ma da luglio ad ora in trasferta ha perso una sola volta". Maurizio Sarri è molto concentrato sul match di Champions di mercoledì sera al San Paolo e soprattutto chiede alla sua squadra un grande impegno. "La gara - ha osservato nella conferenza stampa della vigilia - è più difficile e delicata di quel che si può pensare analizzando la situazione del girone in maniera superficiale".

"Non fare calcoli" - "Spero - ha proseguito Sarri - che squadra si concentri non sul risultato, perché si potrebbe innervosire, ma sulla prestazione. Non penso che sapere in precedenza l'esito dell'altra partita del girone ci possa condizionare. Noi abbiamo un obiettivo e non dobbiamo fare tanti calcoli. D'altro canto la partita decisiva con grande probabilità sarà la prossima. Domani dobbiamo solo cercare di fare risultato".

Le condizioni di Gabbiadini - Dopo l’infortunio, Manolo Gabbiadini ha ricominciato ad allenarsi solo lunedì con i compagni e la sua presenza tra i titolari non è certa: "Devo analizzare gli ultimi due allenamenti, quello di oggi e la rifinitura di domani, per vedere in che condizioni si trova e se è in grado di giocare". L’allenatore del Napoli ha poi aggiunto: “Manolo viene da quindici giorni di completa inattività. Vediamo un attimo come sta, anche se dal punto di vista dell'infortunio sembra che ne stia uscendo". Lo stesso dubbio riguarda anche Albiol. "Dalla partita di sabato a quella di domani ci sono stati quattro allenamenti che in assoluto sono pochi ma considerando che ne aveva fatti in precedenza solo altri cinque, è un bel passo avanti. Lunedì - conclude Sarri - ha lavorato in maniera brillante. Vediamo se potrà essere preso in considerazione".

Le parole di Mertens - "Io voglio passare il turno, non importa se ci riusciamo da primi o da secondi del girone. Certo preferisco il primo posto, ma ciò che è importante è che se vinciamo domani sera potremmo già essere matematicamente qualificati. Perciò non conta dove e come lo facciamo, l'importante è passare il turno". Anche Dries Mertens dimostra di avere le idee chiare sull'obiettivo da realizzare nella sfida contro la Dinamo: "Il problema è che all'andata abbiamo vinto a Kiev ed ora tutti credono che vinciamo anche qui a Napoli. Ma dobbiamo fare attenzione. Non è una partita facile perché la Dinamo Kiev è una squadra che gioca bene fuori casa e questo non lo dobbiamo dimenticare".