Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video
22 novembre 2016

Scontri Siviglia: il ferito è fuori pericolo

print-icon

Fuori pericolo il tifoso della Juve ferito la notte scorsa alla vigilia della gara con il Siviglia per gli scontri tra ultra spagnoli e bianconeri. Gli incidenti erano avvenuti in un locale in pieno centro. Intorno allo stadio per la gara sono stati poi schierati 800 agenti

Non è in pericolo di vita il tifoso della Juventus ferito gravemente nell'assalto degli ultras del Siviglia in un locale del centro, la "Taverna el Papelon". Il 25enne belga di origini italiane aveva riportato ferite da taglio al torace e alla gamba provocate da una bottiglia rotta. La polizia ha detto di avare identificato diversi aggressori, ma al momento non ci sono stati ancora arresti. Per garantire maggiore sicurezza durante la partita, intorno allo stadio Sanchez Pizjuan, 800 agenti schierati per salvaguardare l'ordine senza che alcun scontro si ripetesse.

L' assalto era avvenuto nella notte scorsa nelle vie del centro di Siviglia da parte di una cinquantina di ultrà spagnoli a danno di tifosi juventini, alla vigilia della partita di Champions. Il ferito è un giovane tifoso bianconero, residente in Belgio, di origini italiane. Era stato operato nella notte nell'ospedale Virgen del Rocio.

 Il locale dopo l'attacco degli ultrà spagnoli sembrava "un campo di battaglia", secondo la stampa sivigliana. Altre due persone erano rimaste ferite, un italiano e uno spagnolo, senza gravità. Lo spagnolo, che portava i colori degli ultrà sivigliani, era  stato trasportato  in ospedale dopo essere stato trovato per terra privo di sensi. 

Sfida ad alto rischio - A Siviglia sono attesi nella giornata circa 1.700 tifosi della Juventus. La partita di Champions di stasera è considerata ad alto rischio dalle autorità locali.

La condanna del Siviglia - Il club ha condannato gli episodi di violenza avvenuti nella notte nella città spagnola esprimendo "il suo forte rifiuto e la più energica condanna dei deplorevoli fatti che nella notte di lunedì hanno visto protagonisti presunti tifosi del Siviglia" e si è messo "a disposizione delle autorità per tutto ciò che potrebbe essere necessario per chiarire i fatti".

"In questo senso - si legge ancora nella nota ufficiale  -, il club vuole sottolineare che questi presunti tifosi del Siviglia non rappresentano assolutamente i valori di tolleranza e rispetto del club, e di una tifoseria esemplare come quella del Nervión (storici ultrà della formazione andalusa, ndr), che ha rappresentato la sua squadra in tutta l'Europa. Allo stesso tempo, il Siviglia ha chiesto alle autorità tutte le informazioni disponibili circa i responsabili, per verificare se fra loro ci siano eventuali abbonati e in tal caso procedere all'applicazione del regolamento disciplinare interno".