Napoli, Sarri: "Dovremo essere folli"

Champions League

L'allenatore azzurro in conferenza stampa prima di Real-Napoli: "Bisognerà avere la faccia tosta, di fronte abbiamo i campioni di tutto. Giocheremo con la squadra più offensiva possibile". Carica Callejon: "Non ci risparmieremo, arriviamo qui con fiducia"

Per Sarri e per il suo Napoli, al Bernabeu l'occasione di fare la storia. Carico l'allenatore azzurro in conferenza stampa: "Avere la faccia tosta è necessario per giocarsela qui. Dovremo avere la follia di venire qui a giocare il nostro calcio, sapendo che anche se ci riusciamo di fronte abbiamo i campioni di tutto quello che si può vincere. Dobbiamo vedere a che punto siamo nei confronti delle squadre top in Europa. È poi molto bello venire qui al Bernabeu e pensare di giocarsela”.

Dubbi di formazione - "L'unico dubbio è giocare con tre punte o quattro punte - ha detto - non ho nessun altro dubbio. Sceglierò la formazione più offensiva che mi garantisca anche di avere gamba. Non è comunque che con due cambi diventiamo una squadra capace di abbassarsi. Andremo con la formazione più offensiva possibile".

Dai dilettanti al Bernabeu - Per Sarri è la prima sfida europea così importante della carriera: "Per me è stato gratificante partire dal basso, è stato formativo - ha raccontato - In alcune categorie vedi di tutto e di più, cresci. E' un percorso che dovrebbe essere fatto da tutti, poi ci sono le grandi eccezioni. Guardiola lo ritengo il più grande tecnico attuale ed ha invogliato tanti grandi club ad andare su tecnici giovani. Non parlo di nessuno in particolare, è un pensiero in generale. Non è che comunque arrivo dal nulla, ho fatto un percorso lungo, dai mille ai duemila ai cinquemila, fino ai quarantamila, sessantamila ed ora ottantamila".

Il Real dei campioni e Maradona - La squadra di Zidane è ricca di stelle, si possono limitare? “È giusto che il talento poi con un colpo decida una partita, altrimenti giocheremmo alla playstation. E' giusto così, altrimenti non sarebbero esistiti Maradona, Platini ed altri. Puoi limitarli, ma non di più”, ha detto Sarri. Su Maradona: “Spero di vederlo, ma più che altro spero dica due parole alla squadra. Una leggenda che dà fiducia ai ragazzi è benzina".

Callejon: "Abbiamo fiducia" - In conferenza stampa ha parlato anche l'esterno spagnolo: "Loro sono i favoriti - ha detto - Sono campioni d’Europa, ma noi arriviamo qui con fiducia e voglia di fare bene come squadra. Daremo tutto per fare una bella gara". Per il Napoli "il San Paolo è importante, giocare a Madrid è sempre difficile. Dobbiamo mettere in difficoltà il Real. Non siamo una squadra famosa in Europa, ma domani è un passo in avanti importante". L'ex merengue è sicuro: "Sarà una partita speciale, abbiamo trascorso tanti anni qui e vinto tanto. E’ importante per noi e la società e i tifosi. Sono 180' dove dovremo fare il nostro gioco per mettere in difficoltà il Real. Possiamo fare grandi cose, siamo una grande squadra”.

Albiol: "È un'opportunità" - Insieme a Callejon, a parlare anche l'altro ex Real Madrid: "Stiamo facendo una buona stagione e una buona Champions - ha detto il difensore azzurro - Per noi è l’opportunità di affermarci e mostrare l nostro gioco. Non dobbiamo abbassare la guardia per un secondo. Sicuramente dovremo sapere che è una partita complicata, ma noi dobbiamo dare il massimo". Su Ronaldo: "È il calciatore migliore del mondo, la squadra va fermata nel collettivo. Loro sono fortissimi in velocità, speriamo di fare una partita compatta e senza lasciare spazi. Alla fine tutta la squadra può fare del male. Ci sono tanti calciatori forti, dobbiamo stare attenti per tutta la partita. Dobbiamo fare il massimo. Faremo il nostro gioco. E’ una partita dura, lo sappiamo e l’affronteremo con la giusta mentalità”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche