Uragano Bayern, Arsenal ko: Ancelotti ai quarti

Champions League
Vidal, Bayern Monaco (Getty)
vidal_bayern_getty

Dopo il 5-1 della gara d’andata il Bayern Monaco vince anche all’Emirates con lo stesso punteggio: Walcott porta in vantaggio l’Arsenal, Lewandowski, Robben, Douglas Costa e Vidal (doppietta) ribaltano il risultato. I tedeschi di Ancelotti ai quarti

ARSENAL-BAYERN MONACO: 1-5
20’ Walcott (A), 55’ Lewandowsky (B), 68’ Robben (B), 78’ Costa (B), 80’, 85’ Vidal (B)

IL TABELLINO

Una qualificazione mai stata in discussione dopo il netto 5-1 dell’andata, ma il Bayern Monaco brinda al passaggio ai quarti di finale di Champions League con un successo in rimonta all’Emirates contro l’Arsenal. La squadra di Wenger parte forte e sblocca il match con un gran gol di Theo Walcott, ma nella ripresa l’uragano Bayern Monaco spazza via i Gunners: Lewandowski pareggia su rigore, poi Robben, Douglas Costa e la doppietta di Vidal firmano il definitivo 1-5. Trionfo tedesco e squadra allenata da Carlo Ancelotti che vola ai quarti di finale di Champions League.  

Apre Walcott - Missione (quasi) impossibile per quanto riguarda il discorso qualificazione dopo la sconfitta per 5-1 dell’andata, ma l’Arsenal sceso in campo all’Emirates dimostra di crederci eccome. Alexis Sanchez-Giroud-Walcott il tridente offensivo mandato in campo da Wenger nel suo 4-3-3, Ancelotti risponde con un modulo speculare con Ribery e Robben ai fianchi di Lewandowski. Gli inglesi, come prevedibile, partono subito forte: Neuer costretto all’uscita con i piedi per anticipare Walcott lanciato a rete al 12’, tre minuti più tardi un colpo di testa di Giroud contrastato da Hummels mette i brividi al Bayern Monaco con la palla che esce furoi di un soffio.  Al 20esimo, però, l’Arsenal trova il gol che sblocca il match: grande giocata sulla destra di Walcott, dribbling e tiro potentissimo da posizione defilata che si infila in rete nonostante il tocco di Neuer. La reazione della formazione tedesca è affidata a Vidal, ma Ospina sventa la minaccia, un minuto più tardi Lewandoski spreca una buona occasione per pareggiare i conti. Al 34esimo è ancora Walcott: conclusione potente ma meno precisa rispetto a quella che ha portato al vantaggio, palla che termina sull’esterno della rete. La gara però resta molto bella: al 38esimo minuto Lewandowski sfiora ancora il pari e al 42esimo Robben impegna Ospina. Il primo tempo finisce 1-0 per i Gunners.

Uragano Bayern - Pronti-via e subito una grande occasione per Giroud: il colpo di testa del francese al 49esimo minuto, però, termina di poco alto sopra la traversa. Errore fatale. Perché al 55’ il Bayern Monaco pareggia e chiude in maniera definitiva il discorso qualificazione: Lewandowski si procura il rigore e poi è freddissimo dal dischetto. 1-1 e Arsenal in 10 per l’espulsione di Koscielny. L’inerzia della partita cambia, con il Bayern che va vicino al vantaggio con Javi Martinez al 63’ e un minuto più tardi è ancora pericolossimo con Lewandowski. Il gol tedesco è nell’aria e puntualmente arriva al 69’esimo minuto con Robben che ribalta così completamente il risultato. Gara praticamente chiusa, con il Bayern che domina i restanti minuti dell’incontro: al 76’ palo di Lewandowski, al 78' Douglas Costa realizza la terza rete per il Bayern con un bel tiro a giro. L'Arsenal non c'è più. Alla festa tedesca partecipa anche Arturo Vidal: l’ex Juventus realizza la rete del 4-1 all’82 con un tocco morbido e poi, tre minuti più tardi, appoggia in rete la palla del definitivo 5-1. Uragano Bayern all’Emirates, la formazione allenata da Ancelotti vola ai quarti di finale di Champions League.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport