Napoli, Sarri: "Superiori al Real per 50 minuti"

Champions League

L’allenatore del Napoli Maurizio Sarri commenta la sconfitta con il Real Madrid e l’eliminazione dalla Champions League: "Dico ai tifosi che questa è una botta di fiducia, la squadra in prospettiva fa sperare. Non siamo così lontani dal Real"

Fiducia azzurra - Fuori dalla Champions League a testa alta, nonostante la sconfitta per tre reti ad una al San Paolo contro il Real Madrid. Un ko che, almeno stando alle parole di Maurizio Sarri, potrebbe dare ancora maggiore convinzione al Napoli: "Nei primi 50' siamo stati superiori, mai visto il Real buttare la palla in fallo laterale come stasera. Questa eliminazione ci dà orgoglio e speranza per il futuro: abbiamo la sensazione di non essere poi così lontani da loro, perché abbiamo tenuto testa a una squadra fortissima come il Real Madrid anche con giocatori molto giovani in campo. L'impressione è proprio che i ragazzi, se sapranno crescere ancora un po', potranno arrivare a questi livelli perché sono giovani ed hanno qualità. Il Napoli è una squadra che in prospettiva fa sperare”, le parole dell’allenatore azzurro nell’immediato post gara.

L'analisi di Sarri - L'allenatore del Napoli analizza così la sconfitta contro il Real Madrid costata alla sua squadra l’eliminazione dalla Champions League: "Nel primo tempo siamo riusciti a tenerli lontani dalla nostra area. Abbiamo fatto molto bene i primi 45', poi le due reti subite ci hanno tolto energie mentali e fisiche. Con la qualificazione ormai andata era difficile tenere quel ritmo. Con un po' di fisicità in più possiamo diventare competiti anche a questi livelli, è una squadra giovane che sembra avere la possibilità di arrivare in alto. Sarebbe servita un po' di fortuna per tenere in bilico la qualificazione, con un pizzico di sorte saremmo andati sul 2-0 che ci avrebbe dato tanta energia”, le parole di Maurizio Sarri.

Palle inattive - "Ramos su quelle situazioni è un fuoriclasse, tutti gli anni fa sette, otto gol così. Con lui può succedere marcandolo a uomo o a zona. Probabilmente è mancata un pizzico di aggressività per non farlo colpire in pieno equilibrio", ha affermato Sarri. Allenatore del Napoli che commenta così i gol subiti su palla inattiva: "Abbiamo dei limiti per la nostra fisicità che contro certe squadre è inferiore, non solo centimetri, ma anche kg perchè lui mi tocca e mi sposta e lui prende palla. Contro certe squadre è difficile, poi ci mettiamo del nostro quando non aggrediamo la palla; il Napoli si mette a zona perchè ad uomo soffriamo lo scontro.Possiamo crescere su questo, sul fisico possiamo farci poco.  Quesra con il Real è una  gara che ci lascia l'amaro perchè usciamo da una grande manifestazione. E' stata un'esperienza bellissima e formativa per i nostri giocatori, ma il rammarico c'è per il pubblico: ma visti anche i tanti giovani in campo c'è da sperare per il futuro", ha concluso Sarri.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche