Barça, Messi festeggia l'impresa tra i tifosi

Champions League

La storica rimonta del Barcellona lo ha visto come sempre grande protagonista in campo, ma non solo. Il fuoriclasse argentino, infatti, ha voluto festeggiare il 6-1 nella maniera più spontanea bellissima, assieme ai propri tifosi, che poi, una volta uscito dallo stadio lo hanno travolto di entusiasmo

L'impresa più incredibile della storia della Champions, Leo Messi l'ha voluta festeggiare nella maniera più spontanea possibile. In mezzo ai suoi tifosi. Il 95' di Barcellona-Psg, il minuto nel quale il destino blaugrana ha voluto sconfinare nell'epica, si è appena concluso. Da qualche secondo Sergi Roberto ha spiedito i suoi compagni nell'olimpo delle rimonte impossibili e il Camp Nou, ma non solo, sta impazzendo di gioia. I giocatori del Barcellona si abbracciano in mezzo al campo e festeggiano, quasi sopraffatti dall'emozione del momento. Ma lui non c'è. Dove è finito Messi?, si inizia a chiedere qualcuno. Come sta celebrando l'impresa della vita il giocatore più forte del mondo? Nella maniera più bella e spontanea, andando a raccogliere l'abbraccio di chi in questo miracolo ha sempre creduto. Quei tifosi che come al solito, nonostante il 4-0 dell'andata, hanno riempito lo stadio e accompagnato i loro eroi verso l'impresa. Qualcuno lo cerca, aguzza la vista ed eccolo lì, pugno destro alzato e fascia al braccio, immortalato come un Dio-Re che vuole spartire con quelli che vivono l'appartenenza catalana come ragione e identità di vita. 

Delirio travolgente - Ma un'impresa come quella del Camp Nou non può di certo restare confinata all'interno di uno stadio: ha bisogno di allargare i propri confini e, come seguendo un filo blaugrana di entusiasmo e delirio, di coinvolgere i tantissimi tifosi che immediatamente invadono le strade come se avessero appena vinto la finale e non (cosa che gli accade spesso) un banale ritorno di un ottavo di Champions. E anche lì, fuori dal suo tempio, sull'asfalto di una carreggiata, il destino di Messi si incrocia a quello dei suoi tifosi. Questa volta non più travolti, ma travolgenti. La testimonianza arriva in un video pubblicato dalla moglie dell'argentino, Antonella Rocuzzo, che proprio insieme al suo Leo stava cercando di lasciare lo stadio in macchina. I tifosi, appostati  ovviamente lo riconoscono, circondano la vettura e cominciano a inneggiare al loro idolo supremo, col classico gesto delle due braccia tese che si abbassano in segno di devozione e referenza. Messi, Messi, Messi! è il grido di giubilo che si alza nella notte del trionfo catalano. Come un destino, che ammanta di gloria i propri interpreti e lega indissolubilmente gli eroi a chi li idolatra. "O My god, non ce ne andremo mai", le parole di Antonella, chiaramente shockata da quello che sta venedeno attorno a se. 

CALCIO: SCELTI PER TE