Juve, Nedved: "Alla pari col Barça, siamo pronti"

Champions League
nedved_soteggio_champions_getty

I bianconeri pescano i blaugrana, questo il commento del vicepresidente: "Gli anni passano per tutti, una squadra arriva a questi incontri al top della forma e se noi vogliamo andare avanti dobbiamo fare qualcosa in più della domenica o del solito". Buffon: "Non conta l'avversario, ma esserci!"

Juve, modalità rivincita: eh sì, perché i bianconeri pescano il Barcellona di Luis Enrique ai quarti di finale di Champions. Un remake della finale del 2015, quando i blaugrana vinsero all'Olympiastadion di Berlino. Sorteggio difficile, quindi, per la Juve. Il commento di Nedved. 

"Siamo pronti!" - Questo il parere del vicepresidente bianconero: "Non so se sarà vendetta ma è affascinante questa prova col Barcellona, è una delle squadre più famose e sarà molto bello, dobbiamo guardare al presente sapendo che siamo forti, dobbiamo affrontarlo a viso aperto e che vinca il migliore". Juve alla pari col Barcellona: "Si, secondo me è cresciuta sicuramente, vedendo la squadra è in netta crescita. Questa sfida arriva al momento giusto, sono d'accordo con quello che ha detto Trapattoni, la Juve deve guardare se stessa, deve essere consapevole di essere forte e affrontare le gare così, non dobbiamo avere troppo rispetto del Barcellona perché altrimenti subentra paura". Il ritorno al Camp Nou può pesare, in programma il 19 aprile: "Faccio fatica ad accontentare tutti, Dybala e Bonucci volevano il Barcellona, Dani Alves la voleva evitare, siamo contenti, siamo l'unica squadra italiana e di questo sono molto orgoglioso ma l'Italia deve portarne di più perché ne ha bisogno. In queste sfide è uguale, non conta l'andata e ritorno, che sia in casa o fuori casa devi essere al top della condizione". Juve pronta: "Gli anni passano per tutti, una squadra arriva a questi incontri al top della forma e se noi vogliamo andare avanti dobbiamo fare qualcosa in più della domenica o del solito, siamo pronti ma dobbiamo essere al top della condizione per fargli male". 

Jordi Mestre: "Juve club storico, tutto può succedere" - Anche il vice-presidente del Barcellona, Jordi Mestre, ha parlato del sorteggio con la Juve. Le sue parole: "La Juventus è un club storico, saranno dei match molto competivi e molto interessanti, non scopriamo oggi la Juve, la conosciamo da tempo. Inoltre conosciamo il suo valore e credo che il campo ci darà qualche segnale importante in questo senso". E ancora: "Io credo che nel calcio tutto può succedere, il fatto che siamo qui ne è la prova. Tutto potrà succedere anche in questo caso". Su Allegri: "E' un grande allenatore ma non è questo il momento di parlare del suo futuro, abbiamo ancora tempo e tante partite importanti da giocare. Quando arriverà il momento prenderemo la scelta che richiede tempo". Un commento anche su Dani Alves, grande ex: "Siamo molto felici di ritrovarlo a Barcellona: non vediamo l'ora di riabbracciarlo". 

Botta e risposta su twitter - Subito dopo il sorteggio, sul profilo twitter del club catalano è apparso un video del muro blaugrana di tifosi del Barça col messaggio: "Vi aspettiamo al Cam Nou". Pronta la replica dell'account bianconero, in perfetto catalano: "Ciao Barcellona, prima però dovere venire allo Stadium...", con un affascinante immagine dello stadio gremito.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche