Barcellona-Juve, tutti i precedenti al Camp Nou

Champions League
zalayeta_barcellona_juventus_getty

Dopo il 3-0 dello Stadium, la squadra di Allegri deve superare l'ostacolo Camp Nou. I blaugrana, con il sostegno del loro pubblico, possono compiere grandi imprese, come dimostra la remuntada al Psg. Ma i precedenti con i bianconeri sono molto equilibrati

LE PROBABILI FORMAZIONI

O si vince o si perde. Al Camp Nou è così per la Juventus. In attesa del ritorno dei quarti dopo il 3-0 dello Stadium, infatti, i precedenti fra il Barcellona e bianconeri dicono questo: quattro partite, due vittorie a testa.

Coppa delle Fiere 1970-1971

E’ datata 20 ottobre 1970 la prima sfida al Camp Nou fra Barcellona e Juventus. In ballo l’andata dei sedicesimi di finale della Coppa delle Fiere. In campo? Per la Juve mostri sacri del calibro di Cuccureddu, Anastasi, Bettega. Ma ad aprire le marcature è il rifinitore tedesco Helmut Haller con un destro dall’interno dell’area dopo appena dodici minuti. Il Barcellona prova a pareggiare, ma Tancredi e la difesa bianconera resistono. La Juve colpisce ancora al 55’ con una bella giocata della coppia d’attacco Anastasi-Bettega conclusa da Bobby gol. Per i padroni di casa è invece Marcial ad accorciare le distanze con un gran sinistro da fuori area a pochi minuti dalla fine. La Juventus esce così vittoriosa 2-1 dalla sua prima sfida al Camp Nou.

Coppa dei Campioni 1985-1986

La seconda gara giocata al Camp Nou mette in palio l’accesso alla semifinale della Coppa dei Campioni, un po’ come accadrà mercoledì sera per la Juve di Allegri. Allora però si trattava dell’andata, e i bianconeri erano allenati da Giovanni Trapattoni. A cui non basta il genio del Pallone d’oro in carica Platini e quello di Michael Laudrup per battere i catalani, che invece portano a casa la vittoria grazie al gol di Julio Alberto, pronto a raccogliere una respinta corta della retroguardia bianconera.

Coppa delle Coppe 1990-1991

E’ la seconda sconfitta in tre gare giocate al Camp Nou per i bianconeri. Cambia ancora la competizione, stavolta infatti si tratta della Coppa delle Coppe, giunta alle semifinali. In Spagna si gioca l’andata, e la Juve passa in vantaggio con il gol di Pierluigi Casiraghi su errore di Zubizarreta. Il Barcellona però ha una grande reazione e, al contrario del ’70-’71, stavolta riesce a capitalizzare le occasioni da gol costruite, nonostante una Juve non certo attendista. Il tris blaugrana porta la doppia firma di Hristo Stoichkov e Goicoechea. Cruyff batte Maifredi nella sfida delle panchine, e la Juve di un giovanissimo Roberto Baggio esce sconfitta dal tempio catalano.

Champions League 2002-2003

In realtà questa è l’unica partita finita in pareggio, con il risultato di 1-1 nei tempi regolamentari. Ma non basta. Occorre decretare un vincitore. La sfida vede di fronte Lippi contro Antic, Del Piero contro Saviola, Nedved contro Luis Enrique. A spalancare le porte del passaggio in semifinale della Juve è proprio un destro del ceco, ma Xavi risponde dopo tredici minuti riportando a galla il Barça. Si va ai supplementari, le squadre si affidano alle ultime energie rimaste. Ci pensa Marcelo Zalayeta a sei minuti dai rigori, con un colpo di testa che manda in rete il cross perfetto di Birindelli. Il Camp Nou è ammutolito, la Juve festeggia e vola in semifinale (dove affronterà il Real Madrid).

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche