Monaco, Jardim: "Futuro? Mi piace la A, ma con la Juve voglio vincere"

Champions League

"Gara fondamentale, dobbiamo vincere". Intervenuto in conferenza stampa, l'allenatore dei monegaschi ha parlato così dei bianconeri: "Loro squadra diversa dalle altre squadre. Dovremmo stare attenti in difesa e cercare di sfruttare la nostra velocità per sorprenderli"

I monegaschi l'hanno ribadito più volte in queste settimane, non hanno paura di nessuno. Mercoledì sera, in occasione della semifinale di Champions con la Juve, se la giocheranno da pari a pari. Niente da perdere, tanto da guadagnare. Magari chissà, un biglietto per Cardiff. Mbappè, Falcao, Glik e compagnia. Juve, occhio. Queste le parole di Jardim in sala stampa. 

"Futuro? La Serie A mi piace, ma ora testa al Monaco"

Queste le parole di Jardim: "Mi piace la serie A, uno dei Top 5 campionati, livello altissimo, adesso non è importante mio futuro ma quello del Monaco. Queste semifinali contro la Juventus, il campionato da vincere. Sono troppo concentrato". E ancora: "Gara importante, per me la qualificazione si deciderà a Torino, domani dobbiamo vincere. Juventus grande squadra, sono molto forti su calcio d’angolo, da calcio piazzato. Falcao? Speriamo possa restare con noi il prossimo anno. La Juventus è diversa dalle squadre che abbiamo affrontato in questo nostro cammino. Dovremmo stare attenti in difesa e cercare di sfruttare la nostra velocità per sorprenderli. Bakayoko? Ha ancora una maschera dobbiamo vedere domani se giocherà. La Juventus non ci fa paura, non pensano ai nostri 6 goal contro il Dortmund come noi non pensiamo alla loro prestazione contro il Barcellona. Il campionato italiano?  La Serie A è tra i migliori campionati in Europa è di altissimo livello. Per me l’importante non è il mio futuro, l’importante è la partita di domani e chiudere questo campionato a Monaco".

"Domani dobbiamo vincere!"

E ancora Jardim: "Dobbiamo cercare di vincere le ultime gare che ci restano, sia in campionato che in Champions League. Le tante partite giocate saranno un problema? Domani contro la Juventus saremmo al 100% fisicamente, la fatica mentale è quella che conta di più. Ma i miei ragazzi sono pronti a giocare al massimo. Giocare la semifinale per noi rappresenta tanto, abbiamo giocato già 16 gare in Champions, questa competizione vuole dire tanto ed essere qui è un grande risultato. Siamo sempre ottimisti per domani, l’allenatore deve sempre esserlo. Il consiglio ai giocatori? Dobbiamo lottare per novanta minuti".

Jemerson: "Pensiamo a vincere"

42 presenze e un gol stagionali, 11 "caps" in Champions League. Esperienza e quantità al servizio del Monaco, lì nella retroguardia. Parliamo di Jemerson, difensore centrale del Monaco di Jardim che si appresta a giocare contro la Juventus in semifinale di Champions. Intervenuto in conferenza stampa, il brasiliano ha parlato così degli avversari: "Dall'inizio del nostro percorso in Europa abbiamo segnato molti gol, dobbiamo continuare a farlo". Poi su Falcao, tornato ai suoi livelli di sempre: "E' un grande giocatore e una grande persona, porta serenità all'interno del gruppo. E' importante averlo nella nostra squadra perché le difese avversarie lo temono". Sul campionato: "Siamo più tranquilli dopo il weekend di Ligue 1, ma si tratta di due campionati molto diversi. La Juve? E' bello affrontare squadre di livello". Sul fatto che i bianconeri hanno fermato Messi, Suarez e Neymar: "Non dobbiamo pensare a Messi, Neymar e Suarez, dobbiamo pensare al nostro gioco e a cercare di vincere domani la partita". Nessun consiglio da parte di Glik, ex capitano del Torino: "Non è una cosa di cui abbiamo parlato, li conosciamo e domani probabilmente non saremo sopresi".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche