Champions, Zidane incorona Allegri: "E' fra i migliori al mondo"

Champions League
zidane_getty

L'allenatore del Real Madrid ha rilasciato un'intervista sul sito della Uefa in vista della finale di Champions contro la Juventus, di cui è un ex. Il francese su Allegri ha espresso parole di elogio: "E' fra i migliori al mondo", e non vede l'ora di incontrare i bianconeri in finale: "E' l'ostacolo più bello"

E’ uno dei tanti ex della finale, quello che più di ogni altro ha lasciato il segno da calciatore in entrambe le squadre. Zinedine Zidane, che con la Juventus ha vinto tanto, ma non tutto. Al francese mancava la Champions League infatti, vinta poi col Real Madrid. Prima da calciatore, poi anche da allenatore nel 2015-2016.

La finale persa con la Juve

In attesa della finale di Cardiff, il ricordo di quella persa in bianconero proprio contro i Galacticos però è ancora vivo: “La finale del 1998 ha rappresentato un momento triste e difficile, di quelli che purtroppo fanno parte della carriera di un giocatore e bisogna accettarli. Sono contento di averla vinta dopo con il Real Madrid. In carriera ci sono sempre ricordi belli e brutti”.

Fenomeno CR7

Zizou poi coccola la star del suo Real, Cristiano Ronaldo: “Non ci sono parole che possano rendere giustizia a Cristiano Ronaldo. Dimostra quello è che ogni volta che scende in campo, segnando. Ora ha superato i 400 gol con il Real Madrid in tutte le competizioni. Sono statistiche incredibili. Ora dobbiamo superare l'ostacolo più difficile, non abbiamo ancora vinto niente, ma è anche l'ostacolo più bello”.

Allegri fra i migliori

Parole al miele anche per il suo collega e avversario, Massimiliano Allegri: “Merita tutto quello che ha avuto e ha dimostrato di essere fra i migliori allenatori al mondo. Ha migliorato la Juve. Naturalmente è anche merito della società e dei giocatori, ma soprattutto dell'allenatore a capo del progetto. Lo rispetto molto”.

Leader Buffon

Infine il pensiero va al capitano dei bianconeri, Gianluigi Buffon, che alla Juventus è approdato nell’estate del 2001, proprio quando Zidane lasciava Torino per andare a Madrid: “È un leader nato ed è stato un giocatore straordinario per tutta la carriera. E' un grande capitano. Inoltre, ha sempre avuto belle parole per tutti i professionisti con cui ha avuto a che fare. Questo dimostra che è una bella persona, oltre che un grande portiere e un leader”.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche