Berlusconi: "Milan, provo ancora dolore. Sabato sera tiferò Juventus"

Champions League
berlusconi__moratti

"Per antica educazione voluta da mio padre ho sempre tifato Inter quando era impegnata con altre squadre o in match internazionali - ha confessato l’ex presidente del Milan - contro il Real Madrid sarà dalla parte dei bianconeri anche se so di suscitare dispiacere a qualcuno"

E’ iniziata la settimana già importante della stagione per la Juventus, i bianconeri preparano la partita in programma sabato sera a Cardiff contro il Real Madrid. La squadra di Massimiliano Allegri vuole tornare a vincere un trofeo che manca dal 1996 e sull’argomento si è pronunciato anche l’ex numero uno del Milan Silvio Berlusconi. Così l’ex presidente del club rossonero - prima di ricevere il premio Rosa Camuna insieme a Massimo Moratti da parte del presidente della Lombardia, Roberto Maroni - ha parlato dei bianconeri e della sua preferenza per quanto riguarda la squadra vincitrice.

"Forza Juventus"

"Io per antica educazione voluta da mio padre ho sempre tifato Inter quando era impegnata con altre squadre o in match internazionali - ha confessato Berlusconi - e la stessa cosa farò sabato sera per quello che riguarda la finale di Champions, anche se so di suscitare dispiacere a qualcuno, con la Juventus che incontrerà il Real Madrid. Quindi dico ‘Forza Juventus’, anche se non possiamo sotterrare asce perché non ce ne sono mai state tra noi. I miei - al Milan - sono stati anni fantastici, nei giorni scorsi volevo andare a Milanello per salutare tutti ma non ci sono riuscito perché in me è ancora forte il dolore per aver lasciato il club. Presto comunque ci andrò per ringraziarli tutti. Devo anche ringraziare Moratti per tutti i sacrifici che ha fatto nel sostenere l'Inter, a volte lo guardavo stupito. Lo ha fatto solo ed esclusivamente per l'Inter".

Milan, ferita ancora aperta

"Il dolore di aver lasciato il Milan è ancora molto forte. Sono stati anni fantastici: sabato volevo andare a Milanello per salutare ma non ci sono riuscito perché il dolore di aver lasciato il Milan è ancora molto forte - spiega l'ex Cavaliere -. Dico grazie ai tifosi rossoneri: senza il loro entusiasmo in questi 30 anni, questi successi non sarebbero stati possibili. Ho cercato a Milano e in Italia imprenditori capaci di rilevare il Milan, ma non c'è stata una sola risposta - fa sapere -. Abbiamo dovuto lasciare perché con l'arrivo degli sceicchi i valori sono diventati da Monopoli. Oggi in Italia non c'è nessuno che può competere, quindi con molto sacrificio ho dovuto rinunciare".

Moratti: "Con Berlusconi 'solidarietà di spesa'"

E proprio Moratti, ex presidente dell’Inter, ha invece ricordato i suoi tempi in nerazzurro: "Essere presidente di una squadra di calcio come l'Inter è stato un privilegio e anche un’avventura - ha dichiarato - è tutto ciò è stato ancora più bello perché dall'altro lato c'era una persona coraggiosa, con cui c’era anche una 'solidarietà di spesa'. Quindi sono rimasto sempre sinceramente affezionato a Silvio perché vivevamo le stesse preoccupazioni, le stesse paure ma anche lo stesso coraggio di andare avanti, la tenacia e il senso del dovere. E' quello che ti tiene attaccato e collegato alla squadra anche quando le cose ti direbbero 'ma chi me lo fa fare'. Tutto ciò ha instaurato tra di noi un'amicizia, nata ancora prima di Inter e Milan, che poi si è rafforzata".

Le parole di Maroni

Queste invece le parole di Roberto Maroni, che ha consegnato loro i premi speciali Rosa Camuna 2017 per "l'impegno nel sociale dei due gloriosi club: abbiamo deciso di assegnare il premio speciale a questi due gloriosi club che hanno fatto di Milano e della Lombardia un punto di riferimento dello sport nel mondo. Per questo e per la storia che rappresentano ho deciso di assegnare il premio a Silvio Berlusconi e a Massimo Moratti - ha detto - ci avete fatto inorgoglire, soffrire e gioire molto. Questo non è un amarcord ma un premio a quello che le due squadre fanno e continuano a fare nel campo del sociale. Noi siamo molto impegnati su questo fronte, in cui investiamo tante risorse, e con questo premio speciale vogliamo riconoscere l'impegno di Milan e Inter. Questo è il significato principale del premio di oggi" ha concluso.  

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche