Real, Morata: "Questa squadra è casa mia, voglio continuare qui"

Champions League
Alvaro Morata, attaccante del Real Madrid (Getty)
morata_getty

"Futuro? Il Real è casa mia, è la mia città, vediamo cosa succede adesso". Queste le parole dell'attaccante Blanco dopo la partita: "Vinciamo insieme e perdiamo insieme, altrimenti giocherei a tennis". Sulla Juventus: "Mi dispiace per la sconfitta, so come ci si sente perché l'ho provato"

Ancora Real, sempre Real. Grazie al 4-1 di Cardiff i ragazzi di Zidane battono la Juve e vincono nuovamente la Champions League, dopo il successo dell'anno scorso contro l'Atletico. Doppietta di CR7, poi Casemiro e Marco Asensio. Nel mezzo, un golazo di Mandzukic in rovesciata. La rete dell'illusione. E nei minuti finali c'è spazio anche per Morata, oggetto del desiderio del Milan nonché ex attaccante della Juventus. Le sue parole nel post-gara. 

"Voglio continuare col Real"

Questo il commento del centravanti sul futuro passaggio al Milan in questa sessione di mercato: "Non so se resterò, non penso dipenda me - ha continuato l'ex Juventus - adesso voglio solo festeggiare, vinciamo insieme e perdiamo insieme. Altrimenti giocherei a tennis". E ancora: "Sono contento di aver vinto la Champions ma sono dispiaciuto per gli juventini, due anni fa ero con loro e conosco bene la situazione, so come ci si sente. Però gli faccio i complimenti, ho il cuore diviso a metà e si può dire. Questa gente sarà sempre con me, sarà sempre nel mio cuore". Sul futuro, il Milan lo cerca: "Vorrei continuare qui, vediamo che succede adesso. Difficile prevedere. Milan? Sono contento, questa è la mia città, la mia squadra. Come ho detto mille volte la Juve è la mia seconda casa e non si sa mai".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.