Napoli-Feyenoord 3-1: gol di Insigne, Mertens e Callejon. Reina para un rigore

Champions League

Ivano Pasqualino

Il tridente di Sarri trascina il Napoli anche in Champions League: nel match contro il Feyenoord vanno a segno Insigne, Mertens e Callejon. Reina para un rigore a Toornstra. Inutile il gol degli olandesi con Amrabat al 93'

VITTORIA DEDICATA A MILIK

IL TABELLINO DEL MATCH

CHAMPIONS, CLASSIFICHE E RISULTATI

NAPOLI-FEYENOORD 3-1
7' Insigne (N), 49' Mertens (N), 70' Callejon (N), 93' Amrabat (F)


È il più piccolo, eppure in campo sembra un gigante. Gol, assist, persino una dedica al compagno infortunato. La storia di Napoli ci ha abituato ad attori memorabili, da Totò a Eduardo De Filippo, passando per Massimo Troisi. Su il sipario, stavolta in scena al San Paolo c’è un altro napoletano doc: Lorenzo Insigne, vero e proprio attore protagonista del match vinto 3-1 contro il Feyenoord. È vero, il calcio è uno sport di squadra, ma questa volta è lui il primo violino dell’orchestra di Sarri. Lo scugnizzo di Frattamaggiore sblocca il risultato contro il Feyenoord segnando un gol speciale per le statistiche: la sua rete al minuto 7 è il gol numero 400 di un calciatore italiano nella storia della Champions League. Non solo. È anche il gol più veloce del Napoli in Champions League (il precedente era sempre di Insigne, al minuto 8 contro il Real Madrid). Come ogni film che si rispetti, anche Insigne ha avuto delle spalle di altissimo livello: Mertens raddoppia al 49’, Reina para un rigore al 68’ e Callejon la chiude con il terzo gol al 70’. Esultando, guarda caso, proprio con un inchino. Giù il sipario, il Napoli vince 3-1. Applausi.

Come cambia la classifica

La vittoria del Napoli è molto importante per la classifica del gruppo F. Sarri non poteva permettersi altri passi falsi dopo la sconfitta nella prima giornata contro lo Shakhtar Donetsk. Dopo la vittoria contro il Feyenoord, il Napoli conquista i suoi primi tre punti, a pari merito proprio con lo Shakhtar. Il Manchester City è da solo in testa con 6 punti dopo la vittoria per 2-0 contro gli ucraini. Ultimo il Feyenoord con 0 punti.

Le statistiche della partita

- La rete di Insigne al minuto 7 è il gol più veloce del Napoli in Champions League; il precedente era sempre di Insigne, al minuto 8 contro il Real Madrid.

- Il gol di Insigne è la rete numero 400 di un calciatore italiano in Champions League.

- Sesto gol in 10 presenze stagionali con il Napoli per Callejon.

- Terzo rigore parato da Reina con la maglia del Napoli, su 16 affrontati.

- Gol numero 50 per Dries Mertens con la maglia del Napoli al San Paolo (in tutte le competizioni).

- Il Napoli non vinceva contro squadre olandesi dal dicembre 1969 contro l’Ajax nella Coppa delle Fiere (1-0).

- Quarto gol stagionale di Insigne con la maglia del Napoli, in tutte le competizioni (10 presenze).

- Il Feyenoord non è mai riuscito a mantenere la propria porta inviolata nelle quattro trasferte italiane di Champions League.

- Quello di stasera era il primo confronto ufficiale tra Napoli e Feyenoord.

- Presenza numero 25 in Champions League per José Callejon.

- Ad esclusione dei playoff, questa è la prima vittoria del Napoli in Champions League nel 2017.

- Il Napoli è arrivato agli ottavi in due delle ultime tre edizioni della Champions, ma non è mai riuscito ad accedere ai quarti.

- Il Feyenoord non è mai andato oltre la fase a gironi.

- Il Feyenoord ha vinto solo due delle ultime 17 gare di Champions League. Nelle altre partite sono arrivati 6 pareggi e 9 sconfitte.

- Il Feyenoord ha perso le ultime 9 partite di Champions League.

Il primo tempo

Il divario tecnico tra Napoli e Feyenoord è evidente. La situazione si aggrava subito per gli olandesi, costretti a rinunciare a Van der Heijden per un infortunio nel riscaldamento. Al suo posto in difesa gioca Tapia. Un cambio in difesa anche nel Napoli: non c’è Raul Albiol (fermato da un problema alla schiena), titolare Maksimovic. Ma la vera forza del Napoli, ancora una volta, è nell’attacco. Bastano appena 7 minuti a Insigne per sbloccare la partita. L’azzurro dimostra una grande fame di gol: anticipa l’intervento di Amrabat, si inserisce centralmente e centra l’angolino basso alla destra di Jones. Insigne dedica all’infortunato Milik il suo quarto gol stagionale, ma al momento di mostrare la maglia ecco un curioso equivoco: dalla panchina gli consegnano la maglia di Zielinski. Per fortuna Lorenzo rimedia presto all’errore. Nel primo tempo il Napoli non spinge ulteriormente, prova ad addormentare la partita, gli unici guizzi arrivano ancora una volta da Insigne, che prova il raddoppio con una splendida conclusione al volo, terminata di poco fuori.

Il secondo tempo

Nella ripresa il Napoli accelera e trova il gol del raddoppio al 49’ con Mertens. Il belga approfitta di un retropassaggio sbagliato di Diks, che diventa un assist perfetto. L’attaccante non fa complimenti e segna la sua ottava rete stagionale. Questa volta è un gol facile facile, ma comunque importante perché consente agli uomini di Sarri di condurre il match con meno tensione. Anzi, gli unici problemi il Napoli se li procura da solo, regalando un calcio di rigore agli olandesi al 68’. Leggero contatto in area tra Ghoulam e Berghuis, l’arbitro Collum concede il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Toornstra, ma Reina neutralizza il tiro dagli 11 metri parando il suo terzo rigore con la maglia del Napoli. Sarri inizia a indispettirsi in panchina, sa che questo rigore è un segnale di rilassamento. Eppure il Napoli trova il terzo gol con Callejon al 70’. Classica azione dello spagnolo, con una percussione sulla destra conclusa con un tiro angolato. Il Napoli allenta nuovamente la presa e finisce per subire gol al 93’: Amrabat approfitta di una dormita della difesa del Napoli e segna il gol del definitivo 3-1.

Feyenoord, bloccati sette tifosi

Sette tifosi olandesi in possesso del biglietto per accedere al San Paolo (nonostante Napoli-Feyenoord sia stata vietata agli ospiti dall'Uefa) sono stati bloccati e condotti dalla polizia nel commissariato San Paolo per l'identificazione. I tifosi erano in fila ai tornelli: quattro diretti alla curva B, due alla tribuna e uno ai distinti. Sequestrati i biglietti in loro possesso in attesa di accertamenti su come gli olandesi ne siano venuti in possesso.

Così in campo

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaij, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri

Feyenoord (4-3-3): Jones; Diks, Van der Heijden, St. Juste, Haps; Vilenha, El Ahmadi, Amrabat; Berghuis, Toornstra, Boetius. Allenatore: Van Bronckhorst

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche