Chelsea-Roma, Di Francesco: "Rammaricato per non aver vinto. Dzeko? E' nato per certi gol"

Champions League

L’allenatore giallorosso commenta così lo spettacolare pareggio con il Chelsea: "Rammaricato perché partite così vanno portate a casa. Dzeko? E' nato per fare certi gol, ha subito troppe critiche. Kolarov da esempio per i giovani. Questa gara deve essere un punto di partenza"

Un 3-3 spettacolare, partita bellissima a Stamford Bridge. Roma sotto di due gol, poi il ribaltone firmato Kolarov e Dzeko (doppietta), infine la rete di Hazard a fissare il risultato sul definitivo punteggio di parità. "Dzeko è nato per fare gol così: non spendo più di tanto parole per lui, anche perché era stato criticato troppo. Ovviamente sono contento per i suoi gol, ma quello è il suo mestiere. Quello che ho più apprezzato è stata la sua grande disponibilità, mettersi al servizio dei compagni. Poteva anche segnare più gol, ma quando sta in area è un attaccante devastante. Ma lasciamo perdere i singoli, stasera abbiamo messo in campo la mentalità giusta, abbiamo messo in difficoltà il Chelsea e anche sotto di due gol siamo sempre stati in partita: abbiamo pagato qualche ingenuità da cui sono arrivati i loro gol e c’è il rammarico perché partite così le devi portare a casa, ma anche quando eravamo sotto la squadra interpretava al meglio quello che gli chiedevo. Questa prestazione ci deve dare consapevolezza, ma non presunzione. Perché è facile illuderci. Per questa ragione la partita di questa sera deve essere un punto di partenza, e non di arrivo", le parole di Eusebio Di Francesco subito dopo la fine della gara di Champions League. L’allenatore della Roma esalta poi la prova di Kolarov, tra i protagonisti del match: "Deve essere un esempio anche per i giovani, ha una qualità di prestazione unita al rendimento devastanti".

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche