Le avversarie di Roma e Juve in Champions: Shakhtar e Tottenham ai raggi X

Champions League
Lo Shakhtar Donetsk e il Tottenham giocheranno contro Roma e Juventus (Foto Getty)
cover_champions

Sky Sport per Upday. I bianconeri pescano gli Spurs, reduci da un girone favoloso ma un po' in difficoltà in campionato; la Roma trova gli ucraini, con cui ha precedenti negativi, ma che affronterà al ritorno da 2 mesi di stop del loro campionato. Tutto quello che c'è da sapere sulle avversarie di Champions delle italiane

Agli ottavi di finale di Champions League, in programma da metà febbraio a metà marzo, la Juventus affronterà il Tottenham mentre la Roma sfiderà lo Shakhtar Donetsk. Il sorteggio di Nyon si è rivelato più complicato per i bianconeri, secondi nel loro girone, ma comunque affrontabile per entrambe le squadre: Allegri ha evitato i pericoli Manchester City, United e Psg, la Roma ha scampato i possibili incroci con Bayern e Real Madrid. Ma non saranno due sfide semplici.

Come si sono qualificate

Il Tottenham allenato da Mauricio Pochettino ha disputato un girone H straordinario, chiuso in testa con 16 punti, davanti al Real Madrid campione d'Europa, eliminando il Borussia Dortmund e l'Apoel e guadagnando un posto agli ottavi di finale con una gara d'anticipo. Ha pareggiato una sola partita (al Bernabeu, 1-1) e ha vinto tutte le altre gare, rifilando 3 gol ai madrileni in Inghilterra. Nel girone di ferro il Tottenham, al momento 6° in Premier League, ha segnato 15 gol e ne ha subiti solo 4.

Lo Shakhtar Donetsk di Paulo Fonseca, squadra ucraina in testa al proprio campionato, si è piazzato secondo con 11 punti nel girone F vinto dal Manchester City, spedendo il Napoli in Europa League e il Feyenoord a casa. Decisiva per la qualificazione la vittoria nell'ultimo turno proprio contro la squadra di Guardiola, per 2-1, al termine di un girone in cui ha vinto 4 gare e ne ha perse 2, senza mai pareggiare. Ha segnato 9 reti e ne ha subite altrettante. C'è da tenere a mente un dettaglio: il campionato ucraino si ferma dal 10 dicembre al 17 febbraio, una sosta che potrebbe non aiutare la squadra a ritrovare la condizione.

Come giocano

Gli Spurs cambiano spesso modulo di gioco, alternando diversi sistemi: il più usato è il 4-2-3-1, con il talento di Dele Alli, Eriksen e Son a sostegno dell'unica punta Kane. Dietro la certezza è il portiere Lloris, protetto dalla coppia Alderweireld-Sanchez, col colombiano a sostituire l'infortunato Vertonghen che tornerà a gennaio. In mezzo al campo c'è spazio per diversi mediani: tra Dier, Sissoko e Dembelè sta crescendo il giovanissimo Harry Winks.

Lo Shakhtar ha una precisa identità di gioco, con un 4-2-3-1 costruito attorno al centravanti italo-argentino Facundo Ferreyra. Storicamente la squadra è infarcita di brasiliani, quest'anno – pur senza Mircea Lucescu alla guida - non fa differenza: le ali Bernard e Taison, i difensori Fred e Ismaily e l'esterno offensivo Marlos (tra gli altri) si mischiano a una base solida di nazionali ucraini, come il portiere Pyatov, il centrale Rakitsky e il regista Stepanenko.

Le stelle

La Juventus dovrà fare attenzione soprattutto ad Harry Kane, tra i più forti attaccanti al mondo, con 6 gol segnati in questa Champions League (uno in meno di tutta la Juve). Dall'addio di Rooney è diventato capitano della Nazionale inglese ed è secondo nella classifica marcatori della Premier League con 12 gol in 15 presenze. Forte fisicamente e bravo con entrambi i piedi, sa segnare in tutti i modi anche grazie ai due giovani geni che lo assistono: il connazionale Dele Alli, 7 gol e 6 assist in stagione, e il danese Christian Eriksen, 5 reti e 5 passaggi decisivi.

Il pericolo principale per la Roma si chiama Facundo Ferreyra: dopo una parentesi fallimentare in Premier con il Newcastle, l'anno scorso è tornato in Ucraina trovando la miglior versione di se stesso grazie alla “cura” di Fonseca. Quest'anno sono già 20 i gol in 28 partite, uno dei quali si è rivelato decisivo nella qualificazione ai danni del Napoli. Occhio anche a Bernard, 15 presenze col Brasile, e a Marlos, due gol al Feyenoord e due assist contro il City di Guardiola.

I precedenti

Non ci sono precedenti ufficiali in competizioni Uefa tra Juventus e Tottenham, eppure i bianconeri e gli Spurs si sono incontrati due volte in amichevole nelle ultime due estati: a luglio 2016 in Australia vinse la Juve 2-1 con i gol di Dybala e Benatia (per il Tottenham segnò Lamela), mentre ad agosto 2017 a Londra ebbe la meglio il Tottenham per 2-0 grazie a Kane e Eriksen. Non bene invece i precedenti della Juventus contro le squadre inglesi agli scontri diretti: i bianconeri sono stati eliminati nelle ultime 5 occasioni. L'ultima vittoria risale al 1983/84 contro il Manchester United. Il Tottenham invce ha sfidato 5 volte delle squadre italiane in Europa, e per 4 volte ha avuto la meglio.

La Roma ha affrontato 4 volte lo Shakhtar, sempre in Champions League: le prime due nella fase a gironi del 2006/2007, con una vittoria per 4-0 a Roma e una sconfitta a Donetsk per 1-0, e le ultime due volte negli ottavi di finale del 2010/2011, uscendo sconfitta entrambe le volte, per 3-2 (con Ranieri in panchina) e 3-0 al ritorno (quando invece c'era Montella).

Le curiosità

Nessuna delle due avversarie delle italiane agli ottavi giocherà nel proprio stadio: la casa dello Shakhtar ormai è stabilmente a Charkiv, a 300 chilometri da Donetsk, città non più sicura a causa dela guerra nel Donbass. Il Tottenham da quest'anno si è trasferito a Wembley a causa dei lavori por la costruzione di un nuovo stadio. Lo stadio della Nazionale inglese sembrava "maledetto" per gli Spurs, che prima di quest'anno ci avevano giocato 9 volte, uscendo sconfitti in 7 occasioni. Massimiliano Allegri ha già sfidato il Tottenham nel 2011, sempre agli ottavi di finale di Champions League, quando allenava il Milan: perse 1-0 a San Siro e pareggiò 0-0 in Inghilterra, uscendo dalla competizione. Per Di Francesco è la prima sfida in uno scontro diretto di Champions League da allenatore. A proposito di allenatori, quello dello Shakhtar, Fonseca, aveva promesso che in caso di qualificazione agli ottavi di Champions si sarebbe presentato in conferenza stampa vestito da Zorro: promessa mantenuta.

Arriva sempre primo

Ricevi live da SkySport le breaking news sui principali eventi sportivi. Per accettare le notifiche devi dare il consenso nel successivo popup.

Ricevi le notifiche

Le news della tua squadra del cuore sempre in homepage

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti per personalizzare la tua homepage di Sky Sport