Psg, il padre di Neymar smentisce Emery: "Che si operi o no, starà fuori sei-otto settimane"

Champions League

Interrogato sull'infortunio del figlio, il padre di Neymar ha escluso la sua presenza nel match di Champions contro il Real Madrid, sottolineando come il giocatore dovrà stare fermo almeno 6-8 settimane. In Brasile però sono sicuri che a decidere sarà il Psg. Pelè su Twitter: "Torna presto, c'è un Mondiale da vincere"

Una situazione davvero ingarbugliata che, con il passare delle ore, assume sempre più i contorni di un… giallo. La caviglia di Neymar continua a far preoccupare non solo il Paris Saint-Germain, impegnato martedì prossimo nella gara di ritorno degli ottavi di Champions contro il Real Madrid, ma anche il Brasile intero visto che il Mondiale si avvicina a grandi passi. A sorprendere però sono soprattutto i pareri discordanti circa il recupero della stella verdeoro, che secondo Emery potrebbe farcela addirittura per il match contro i blancos: "Le voci su un'operazione sono false, spero che giochi nel ritorno degli ottavi di Champions. Neymar vuole giocare e c'è una piccola possibilità che torni il 6 marzo per affrontare il Real". Una tesi smentita categoricamente dal padre-agente del giocatore, che non ha chiuso del tutto la porta ad un’operazione che gli costerebbe il resto della stagione: "Neymar non è un medico e non lo sono nemmeno io. Il Psg deve decidere questa cosa, è in arrivo anche il medico della Seleçao per decidere quale sia la terapia migliore, e prenderanno una decisione insieme. Ma che si operi o no, non ci sarà per le prossime 6-8 settimane".

La situazione

L’infortunio subito da Neymar nel match contro il Marsiglia non lascia molte speranze circa la sua presenza con il Real Madrid, visto che si tratta di una distorsione esterna della caviglia con quinto metatarso fissurato. Numerosi specialisti interrogati sul tema hanno escluso una sua presenza al cospetto di Cristiano Ronaldo, tesi a cui però non crede Unai Emery, convinto di poterlo recuperare. I media brasiliani, dal canto loro, hanno già iniziato a parlare di intervento chirurgico, che terrebbe fuori Neymar due mesi e gli permetterebbe di prepararsi senza altri pensieri al prossimo Mondiale. Intanto, il Psg torna oggi a sfidare il Marsiglia nei quarti di coppa di Francia, affidandosi a Di Maria come sostituto del brasiliano. Senza Neymar, il Psg ha vinto il 78% delle partite disputate, scendendo da una media di 3,5 gol a partita a 2,8. Toccherà adesso a Di Maria e compagni invertire la tendenza, dal momento che i tempi di assenza del brasiliano rischiano di dilatarsi. 

Pelè: "Torna presto Neymar, c'è un Mondiale da vincere"

Giallo dunque intorno a Neymar che prosegue: secondo quanto scrive 'Folha de Sao Paulo', l'ultima parola sul possibile intervento chirurgico o meno del brasiliano spetterà al Paris Saint-Germain. Questo perchè nel contratto esisterebbe una clausola secondo la quale sarebbe proprio il club a decidere i trattamenti medici del giocatore finchè è sotto contratto. Se Neymar invece decidesse di non seguire le indicazioni mediche del club si potrebbe addirittura arrivare alla risoluzione unilaterale del contratto. Sull'infortunio del brasiliano si è espresso anche Pelè  con questo messaggio via Twitter: "Neymar, tutto il Brasile spera che tornerai velocemente come hai fatto la volta scorsa. Abbiamo una Coppa del Mondo da vincere, quindi torna rapidamente!".

I più letti