Neymar, decisione presa: si opera alla caviglia. Non ci sarà contro il Real Madrid

Champions League

Una nota ufficiale del Psg ha fatto chiarezza sulle conseguenze dell'infortunio di Neymar: il giocatore verrà operato in Brasile e rientrerà tra circa due mesi. Sicura, dunque, la sua assenza per la gara di ritorno di Champions contro il Real Madrid

PAPÀ NEYMAR: "STARÀ FUORI 6-8 SETTIMANE"

Dalle voci all’ufficialità: Neymar ha deciso di operarsi. Il fenomeno brasiliano del Paris Saint-Germain, dopo il pesante infortunio alla caviglia che lo ha costretto al forfait nel match dell’ultimo weekend contro il Marsiglia, ha optato - come confermato da un comunicato ufficiale del club francese - per l’intervento chirurgico, l’ipotesi più invasiva delle due che si erano profilate in settimana. A “vincere” - come prevedibile - è stata, dunque, la cosiddetta linea brasiliana: la Federazione verdeoro aveva infatti espressamente consigliato al giocatore di evitare un recupero-lampo, per poter arrivare così al meglio al Mondiale di Russia. Proprio in Brasile, quindi, Neymar si sottoporrà all’operazione che dovrebbe farlo tornare al meglio nel giro di un paio di mesi, come confermato anche padre dello stesso giocatore.

Neymar salta il Real. Pelé: "Torna presto"

Ad avere la peggio nella contesa, dunque, proprio il Paris Saint-Germain, che sperava nel recupero immediato del giocatore, per poterlo avere in occasione della sfida di ritorno di Champions League contro il Real Madrid, in programma il 6 marzo. Cosa che quindi non avverrà, anzi: i tempi di rientro di Neymar si allungheranno, cosicché il brasiliano possa tornare al meglio una volta smaltito l'intervento alla caviglia ("distorsione esterna della caviglia con quinto metatarso fissurato", la diagnosi ufficiale resa nota nei giorni scorsi). Ad augurare pronta e veloce guarigione a Neymar anche Pelé, che così ha scritto su Twitter: "Tutto il Brasile spera che tornerai velocemente, come hai fatto la volta scorsa. Abbiamo una Coppa del Mondo da vincere, quindi vedi di fare in fretta!".

I più letti